interviste

Un perfetto idiota nelle librerie di Nizza

23 Gen , 2018  

“Un perfetto idiota” è un romanzo avvincente e suggestivo e il suo autore lo potreste incontrare mentre si aggira tra le librerie nizzarde.

Frank Iodice, giovane italiano giramondo, da qualche tempo si è fermato a vivere all’ombra del monte Boron e di recente ha dato alle stampe per i tipi del Foglio Letterario questo suo romanzo con una storia che si snoda tra la Costa Azzurra e l’Italia.

Tanti i personaggi che appaiono e che con i loro moti d’animo, più che con le loro azioni, compongono la trama di questo noir che per linea poetica ricorda Izzo, il cantore della vicina Marsiglia.

Nell’intervista all’autore che trovate al fondo di questa pagina, potrete conoscere più da vicino le figure al centro della narrazione e i temi toccati in “Un perfetto idiota”, qui vogliamo aggiungere a corredo del servizio una breve guida alla scoperta delle librerie citate nel servizio.

Inoltre vi invitiamo a non perdere la presentazione del romanzo in programma per venerdì 26 gennaio alle ore 16 presso la biblioteca Raoul Mille al 33 di avenue Malaussena, l’evento è organizzato in collaborazione con il Coalcit, associazione di promozione della lingua italiana di cui vi abbiamo parlato di recente.

Buon ascolto:

Ecco una breve lista di librerie nizzarde che i turisti e appassionati lettori non dovrebbero mancare di visitare:

“Les Journées Suspendues” , 22 Avenue Borriglione nel quartiere Liberation;

“La Briqueterie”, 4 – 6 Rue Jules Gilly nella Vieux Nice;

“La Sorbonne”, 23 rue de l’Hôtel des Postes vicino al Mamac;

Da non dimenticare infine il grande servizio servizio oltre confine dalla libreria “Casella” di via Stazione 1 a Ventimiglia.

, , , , ,

interviste

Ridere rende liberi nel giorno della Memoria

22 Gen , 2018   Gallery

“Ridere rende liberi” è lo spettacolo scelto da Liber Theatrum per celebrare il Giorno della Memoria 2018.

Una messa in scena in costante equilibrio tra ricordi, aneddoti e battute dove si ride e si sorride, spesso amaramente. Perché anche in quel periodo in Germania prima e nell’Europa occupata dopo, si sorrideva e si rideva. O almeno si cercava di farlo.

Il riso quindi come strumento di resistenza ma anche come mezzo e risorsa cui attingere per esorcizzare la paura e come sfida verso chi pone fine alla vita umana.

Uno spettacolo dove l’umorismo e l’ironia aiutano a interrogarsi sui poteri e sulla forza d’urto del riso, per riflettere sul senso del comico nel cuore del dolore quando, a complicarne le dinamiche, interviene la relazione che sussiste fra il carnefice e la vittima e sono gli aguzzini a contendere ai perseguitati “l’ultima risata”.

Il debutto è in programma per mercoledì 24 gennaio a Ventimiglia al teatro Comunale.

Si replica sabato 27 al Palazzo del Parco di Bordighera all’interno della stagione di TeaLtro.

In entrambe le date l’ingresso sarà gratuito.

Qui di seguito trovate la locandina del doppio evento e l’intervista al regista di “Ridere Rende Liberi” Diego Marangon:

 

 

, , ,

interviste

Italiano: in Costa Azzurra si studia la nostra lingua

12 Gen , 2018  

Italiano a scuola, per i ragazzi francesi della Costa Azzurra è materia di studio sin dall’ecole primaire.

I motivi per cui in molti qui studiano la lingua di Dante sono diversi e in ogni caso c’è molto interesse verso l’idioma e la cultura del bel paese.

Il merito va anche al grande lavoro di promozione e diffusione svolto dal Coalcit (Comitato per le Attività Linguistiche e Culturali Italiane), un ente voluto in passato dal nostro Ministero degli Affari Esteri che collabora attivamente con le istituzioni scolastiche locali della PACA.

Sono numerose le attività e le sinergie messe in campo per trasmettere anche in modo ludico la conoscenza dell’italiano: incontri con gli scrittori, spettacoli e seminari teatrali, laboratori sportivi (nella foto in alto l’ex giocatore della nazionale Simone Perrotta fa lezione di italiano giocando a calcio).

Inoltre a disposizione degli allievi francesi e anche degli italiani che risiedono a Nizza c’è una piccola ma fornitissima biblioteca presso la propria sede all’interno del Consolato italiano.

Instancabile anche Marianna Giuliante, la presidente del Coalcit nizzardo. Giunta anni fa dopo gli studi universitari ad Aix-en-Provence per un breve tirocinio, ha deciso di fermarsi in Francia insegnando italiano prima agli adulti alla Maison des Entreprises ( Chambre de Commerce Française) di Marsiglia, poi lavorando sempre come insegnante di lingua per varie istituzioni tra Nizza e Sophia-Antipolis.

A lei abbiamo chiesto come lavora il suo comitato e quali sono i progetti in corso:

 

, , , ,

interviste

Bordighera: al via la stagione di Tealtro con Bergallo

6 Gen , 2018  

A Bordighera parte la nuova stagione teatrale nelle due sedi del Palazzo del Parco e della Chiesa Anglicana: si chiama Tealtro e la organizza Liber Theatrum.

Il primo nome in cartellone è quello dell’attore genovese Alessandro Bergallo che vanta nel suo curriculum spettacoli con il Teatro della Tosse, la presenza in formazioni comiche di primo piano come i Cavalli Marci e Quellilì, programmi televisivi come Bulldozer, Zelig e Camera Cafè.

Sabato 13 gennaio alle 21 al Palazzo del Parco porterà in scena “Open Source – idea libera tutti”, dove in pieno spirito di condivisione con il pubblico proporrà pezzi di ieri e di oggi partendo anche dagli spunti che arriveranno dalla platea, per riflettere sulla quotidianità di noi tutti.

Open Source #12_Facciamo come i cani

Se volete essere sempre entusiasti di vedervi, e scoprire la gioia dell'amore incondizionato, fate come loro… #OpenSource 12

Pubblicato da Alessandro Bergallo su Giovedì 28 dicembre 2017

La stagione proseguirà con altri otto spettacoli originali e praticamente introvabili nella nostra zona. Tra essi anche alcuni artisti, con le loro nuove produzioni, che Bordighera ritroverà con grande piacere perché già apprezzati in passato e altri che sorprenderanno e stupiranno.

“Si riderà, si sorriderà, si rifletterà, si resterà affascinati da storie ignote ai più o a noi apparentemente lontane proposte da artisti che arriveranno qui in Riviera, dal Trentino come dalla Sicilia, ma anche da Barcellona e da Berlino” afferma  il direttore artistico Diego Marangon.

“Spettacoli per tutti i gusti. Di parole, ma anche inconsueti, di sole immagini, musica, suoni, con tante suggestioni e contaminazioni tra arti varie. Per adulti, studenti e bimbi, perché il
teatro è magia e nel buio della sala quello che si deve fare è soprattutto sognare e far volare la fantasia e l’immaginazione” conclude Marangon.

Per tutte le informazioni sugli spettacoli di Tealtro, sui biglietti e gli abbonamenti potete visitare il sito di Liber Theatrum.

Qui invece trovate in anteprima una presentazione di Open Source direttamente dalla voce di Alessandro Bergallo. E buon divertimento a tutti con Tealtro!

 

, , ,

Agenda

Vedutisti veneziani in una mostra gratuita a Monaco

2 Gen , 2018  

Vedutisti veneziani del XVIII e XIX secolo in mostra presso la galleria Art Contact di Monaco fino al 20 gennaio.

Un’esposizione unica nel suo genere che propone per la prima volta nel Principato di Monaco la presenza in contemporanea di opere di Canaletto, Bellotto, Guardi, Bison e Zanin.

Lo sforzo produttivo d questo allestimento è di Lampronti Gallery London, sotto l’alto patrocinio dell’Ambasciata Italiana a Monaco in collaborazione con il Consolato del Principato di Monaco a Venezia e la Direzione del Turismo e dei Congressi di Monaco.

I Vedutisti con la loro Venezia meravigliosamente raccontata attraverso prospettive e architetture hanno influenzato la pittura europea del loro tempo, contribuendo alla crescita di artisti anche in altre città del Vecchio Continente.

“La nostra speranza – afferma l’antiquario Cesare Lampronti – è che questa mostra sia di particolare interesse per il pubblico monegasco e azurien e che apprezzi le bellezze spendenti ed evocative di Venezia”.

Tra i primi visitatori di questa esposizione ad ingresso gratuito ci sono il popolare attore Remo Girone con la moglie Victoria Zinny. Il gallerista Paolo Rosa, farà gli onori di casa fino al 20 di gennaio, data entro la quale sarà possibile anche acquistare i capolavori in mostra, un investimento che non perderà mai valore nel tempo.

Queste le coordinate di “The Magical Light of Venise – Les merveilles des védutistes du XVIII ème et XIX ème siecle“: aperta tutti i giorni (tranne la domenica) presso Art Contact, 6 avenue Saint Michel – Monaco, dalle  10.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 19.30. 

 

Nello scatto di Saverio Chiappalone sono ritratti Paolo Rosa e gli ospiti gli attori Remo Girone e la moglie Victoria Zinny.

 

​ Francesco Guardi, Venice a view of the Church of Santa Maria della Salute and the Punta della Dogana – Oil on canvas, 67 x 109 cm. ​

 

Paolo Rosa nella sua galleria Art Contact di Monaco

, , , ,