interviste

Italiano: in Costa Azzurra si studia la nostra lingua

12 Gen , 2018  

Italiano a scuola, per i ragazzi francesi della Costa Azzurra è materia di studio sin dall’ecole primaire.

I motivi per cui in molti qui studiano la lingua di Dante sono diversi e in ogni caso c’è molto interesse verso l’idioma e la cultura del bel paese.

Il merito va anche al grande lavoro di promozione e diffusione svolto dal Coalcit (Comitato per le Attività Linguistiche e Culturali Italiane), un ente voluto in passato dal nostro Ministero degli Affari Esteri che collabora attivamente con le istituzioni scolastiche locali della PACA.

Sono numerose le attività e le sinergie messe in campo per trasmettere anche in modo ludico la conoscenza dell’italiano: incontri con gli scrittori, spettacoli e seminari teatrali, laboratori sportivi (nella foto in alto l’ex giocatore della nazionale Simone Perrotta fa lezione di italiano giocando a calcio).

Inoltre a disposizione degli allievi francesi e anche degli italiani che risiedono a Nizza c’è una piccola ma fornitissima biblioteca presso la propria sede all’interno del Consolato italiano.

Instancabile anche Marianna Giuliante, la presidente del Coalcit nizzardo. Giunta anni fa dopo gli studi universitari ad Aix-en-Provence per un breve tirocinio, ha deciso di fermarsi in Francia insegnando italiano prima agli adulti alla Maison des Entreprises ( Chambre de Commerce Française) di Marsiglia, poi lavorando sempre come insegnante di lingua per varie istituzioni tra Nizza e Sophia-Antipolis.

A lei abbiamo chiesto come lavora il suo comitato e quali sono i progetti in corso:

 

, , , ,

interviste

Bordighera: al via la stagione di Tealtro con Bergallo

6 Gen , 2018  

A Bordighera parte la nuova stagione teatrale nelle due sedi del Palazzo del Parco e della Chiesa Anglicana: si chiama Tealtro e la organizza Liber Theatrum.

Il primo nome in cartellone è quello dell’attore genovese Alessandro Bergallo che vanta nel suo curriculum spettacoli con il Teatro della Tosse, la presenza in formazioni comiche di primo piano come i Cavalli Marci e Quellilì, programmi televisivi come Bulldozer, Zelig e Camera Cafè.

Sabato 13 gennaio alle 21 al Palazzo del Parco porterà in scena “Open Source – idea libera tutti”, dove in pieno spirito di condivisione con il pubblico proporrà pezzi di ieri e di oggi partendo anche dagli spunti che arriveranno dalla platea, per riflettere sulla quotidianità di noi tutti.

Open Source #12_Facciamo come i cani

Se volete essere sempre entusiasti di vedervi, e scoprire la gioia dell'amore incondizionato, fate come loro… #OpenSource 12

Pubblicato da Alessandro Bergallo su Giovedì 28 dicembre 2017

La stagione proseguirà con altri otto spettacoli originali e praticamente introvabili nella nostra zona. Tra essi anche alcuni artisti, con le loro nuove produzioni, che Bordighera ritroverà con grande piacere perché già apprezzati in passato e altri che sorprenderanno e stupiranno.

“Si riderà, si sorriderà, si rifletterà, si resterà affascinati da storie ignote ai più o a noi apparentemente lontane proposte da artisti che arriveranno qui in Riviera, dal Trentino come dalla Sicilia, ma anche da Barcellona e da Berlino” afferma  il direttore artistico Diego Marangon.

“Spettacoli per tutti i gusti. Di parole, ma anche inconsueti, di sole immagini, musica, suoni, con tante suggestioni e contaminazioni tra arti varie. Per adulti, studenti e bimbi, perché il
teatro è magia e nel buio della sala quello che si deve fare è soprattutto sognare e far volare la fantasia e l’immaginazione” conclude Marangon.

Per tutte le informazioni sugli spettacoli di Tealtro, sui biglietti e gli abbonamenti potete visitare il sito di Liber Theatrum.

Qui invece trovate in anteprima una presentazione di Open Source direttamente dalla voce di Alessandro Bergallo. E buon divertimento a tutti con Tealtro!

 

, , ,

interviste

Prima Guerra Mondiale: esercizi di memoria a teatro

1 Dic , 2017  

La Prima Guerra Mondiale ricordata a Nizza nella messa in scena dal titolo “Lettere e Canti dal Fronte”.

A fare esercizio di memoria è un gruppo interculturale composto da italiani, francesi e ungheresi guidato da Mario Angelillo, un ex docente di chimica con la passione per il teatro che da Monza si è trasferito nel capoluogo della PACA.

Il collettivo da qualche tempo si ritrova presso il Consolato Italiano a Nizza per leggere insieme poesie e cronache della Grande Guerra, alcune storie anche appartenenti ai parenti degli attori: come per esempio Patrizia Gallo il cui nonno Pierino fu mandato al fronte a combattere.

Lo spettacolo nato all’interno del Comites nizzardo, arricchito dalle musiche eseguite dal vivo dal duo “Napolide” e da immagini dal film di Monicelli “La Grande Guerra”, sarà un racconto corale che avrà il duplice obiettivo: non dimenticare le sofferenze di chi ha combattuto e lanciare un messaggio di pace.

L’appuntamento con “Lettere e Canti dal Fronte” è per giovedì 7 dicembre alle 19.30 al Teatro Garibaldi del Consolato in bd Gambetta 72, con ingresso libero.

Su Radio Nizza potete ascoltare la presentazione dello spettacolo dalla voce di Patrizia e Mario:

 

 

, , , ,

interviste

A Monaco la “Settimana della cucina italiana nel mondo”

20 Nov , 2017  

La cucina italiana mette in mostra il meglio di sé a livello mondiale. Per la seconda volta viene celebrata in contemporanea con 1000 appuntamenti nei 5 continenti, mettendo in evidenza le sue caratteristiche fondamentali: qualità, sostenibilità, cultura, sicurezza alimentare, diritto al cibo, educazione, identità, territorio, biodiversità.

Dunque non solo le tradizioni enogastronomiche del nostro Paese ma le energie e l’economia generata dal settore agroalimentare che in questi giorni avranno una ribalta internazionale
per attrarre talenti dall’estero e fidelizzarli all’uso dei prodotti italiani di qualità.

Sono tre gli appuntamenti in programma nel Principato di Monaco e due a Nizza, tutti a ingresso gratuito ma in alcuni casi occorre la prenotazione (nei link trovate tutte le informazioni).

Noi siamo onoratissimi di ospitare su questa pagina l’autorevole intervento dell’Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco Cristiano Gallo che illustra agli ascoltatori le serate organizzate con la collaborazione de La Dante Alighieri, dell’Associazione Italiana Sommelier e con il contributo operativo di Communiqué servizi per la comunicazione.

Buon ascolto!

 

interviste

Foto d’autore all’asta a Monaco per il Minotauro di Milano

7 Nov , 2017  

Foto che sono capolavori di maestri contemporanei all’asta venerdì 10 novembre alle 17 al Tunnel Riva di Monaco, all’8 di Quai Antoine 1er.

“Nessuno escluso” è il titolo dell’evento di beneficenza il cui ricavato sarà devoluto al consultorio gratuito milanese dell’Istituto Minotauro, dove un’equipe diretta dal professore Gustavo Pietropolli Charmet si occupa di adolescenti affetti da vari disturbi legati alla psiche.

La serata ideata e organizzata dalla collezionista Silvia Marzocco sarà l’occasione per ammirare da vicino gli scatti di artisti del calibro di Mulas, Fontana, Berengo Gardin… e per portarsi a casa un loro capolavoro con la consapevolezza di avere aiutato famiglie e ragazzi che vivono un disagio.

All’asta si può partecipare anche a distanza telefonicamente e qui trovate tutte le informazioni.

Ecco cosa ci ha raccontato su “Nessuno escluso” Silvia Marzocco:

, , ,

interviste

Il Principe della risata nel Principato di Monaco

24 Ott , 2017   Gallery

Un Principe nel Principato? Diremmo che a livello di titolo nobiliare il grande Totò non sfigurerebbe nel Principato dei Grimaldi, anche se poi non ce lo vedremmo a mettersi in tasca gli spaghetti in piedi su un tavolo dello Sporting Club di Monte Carlo.

Siamo sicuri che però che in un teatro monegasco il protagonista di “Guardie e ladri”, “Misera e nobiltà” e “Uccellacci e uccellini” ancora oggi incanterebbe il pubblico cosmopolita della Costa Azzurra.

Alessandro Preziosi, il noto attore partenopeo, si cala nell’anima di Antonio De Curtis per raccontare questo immenso personaggio dello spettacolo e della cultura italiana attraverso le sue parole, le poesie, le canzoni in un recital dal titolo “Totò oltre la maschera”.

A sottolineare l’importanza della musica nella vita e nella carriera del più grande comico italiano di tutti i tempi, in scena è presente il chitarrista Daniele Bonaviri, in passato già al fianco di Pino Daniele e Pavarotti.

L’appuntamento con questo spettacolo è per mercoledì 25 ottobre alle 20 al Théatre des Variétés al numero 1 di bd Albert 1er.

L’evento rientra nella stagione culturale della Dante Alighieri di Monaco.

Ecco cosa ha raccontato Preziosi al nostro microfono:

 

interviste

Mutu di Aldo Rapè approda nella Nizza Vecchia

21 Ott , 2017  

Mutu è il titolo dello spettacolo dell’attore e drammaturgo Aldo Rapè.

Una storia di fratelli che hanno intrapreso strade diverse, uno è diventato prete e l’altro mafioso, e che un giorno si ritrovano perché a un certo punto il sangue “chiama”.

La pièce torna in Francia dove è già stata rappresentata altre volte con grande partecipazione di pubblico e critica al celebre festival di Avignone (migliore spettacolo straniero nel 2012) e a Parigi.

Un’occasione da non perdere per assistere a questo dramma dalla potente scrittura, sostenuta in scena dagli intensi Rapè e Gaspare Balsamo che nella rappresentazione nizzarda coinvolgeranno anche i francesi con una recitazione in lingua originale con l’ausilio dei sovratitoli in italiano.

Repliche il 27 e 28 ottobre alle 20.30 al teatro La Semeuse di Vieux Nice con il sostegno del Coalcit (Comitato per le Attività Linguistiche e Culturali Italiane).

In più per i liguri, ci sarà una data domenica 29 ottobre alle 18 alle Officine Solimano di Savona.

Ecco come Aldo Rapè racconta Mutu al microfono di Radio Nizza…

 

interviste

Limone di Mentone: una piemontese lo ha messo nei ravioli

10 Ott , 2017  

Limone di Mentone o meglio “citron de Menton”: uno degli agrumi più famosi al mondo che diventa il tocco magico per il ripieno di una pasta fresca.

Va a una piemontese il merito di avere creato la ricetta per un piatto che è già un marchio registrato e che mette d’accordo i palati di italiani e francesi.

Luisa Delpiano Inversi con il figlio “chef pastaio” Riccardo Inversi ha creato i RAVIOLIS AU CITRON DE MENTON © che trovate presso il loro negozio “Pasta Piemonte”, a due passi dal casinò di Mentone.

Per raccontare questa esperienza e per proporre ricette “stellate” ai clienti, l’imprenditrice torinese ha realizzato un libro dal titolo “#Citron @Menton”:  ce lo presenta in questa intervista in cui si parla pure di imprenditoria al femminile e solidarietà…

 

 

, , ,

interviste

Aigues-Mortes: il massacro degli italiani

4 Ott , 2017  

Aigues-Mortes è una città medievale, oggi importante meta turistica del Sud della Francia.

Nell’agosto del 1893 però questo villaggio ai bordi della Camargue è stato il teatro di un massacro di cui furono vittime i lavoratori italiani impiegati nelle saline.

Fu un fatto di bieco razzismo verso una minoranza accusata di rubare il lavoro ai francesi.

Il caso ebbe eco internazionale e nella sua dinamica non si discosta da quanto avviene oggi nei confronti degli immigrati in Italia e in altre parti del mondo.

Enzo Barnabà per Infinito edizioni ha dato alle stampe “Morte agli italiani! Il massacro di Aigues-Mortes 1893” e noi di Radio Nizza lo abbiamo intervistato in occasione della presentazione e firma copie dell’edizione francese del suo volume alla libreria “Les Mandarins” di Roquebrune, in programma per l’intera giornata di sabato 7 ottobre.

, , , ,

interviste

DiMaggio sempre in radio da Monte Carlo a Nizza

18 Set , 2017  

“DiMaggio sempre in viaggio” è un marchio di fabbrica che vuol dire sia “racconti di luoghi lontani” che “buona radio”.

Per la seconda volta dopo l’intervista a Luisella Berrino, Radio Nizza torna a parlare con uno dei protagonisti dell’emittente che ha colorato l’etere italiano negli anni Sessanta e Settanta e che tuttora conserva uno stile molto particolare che la rende unica e subito riconoscibile ai suoi numerosi e fedelissimi ascoltatori.

Lui è Maurizio DiMaggio “il guardiano del porto” e il porto in questione è quello di Monte Carlo dove nel 1966 ha avuto inizio la leggenda della radio italiana del Principato di Monaco.

Lo abbiamo incontrato per farci raccontare con la sua voce inconfondibile della sua carriera, che da trent’anni circa coincide con la vita di RMC, e per chiedere a un vero viaggiatore di descrivere Monte Carlo a chi non c’è mai stato o a chi l’ha vista ma non l’ha osservata.

, , , , ,