Promenade des italiens

Manzoni e la fotografia per celebrare l’italiano a Monaco

18 Ott , 2019  

Manzoni e i suoi Promessi Sposi per celebrare la lingua italiana nel mese di ottobre dedicato dalla Dante Alighieri di Monaco al nostro idioma.

Ad affrontare il caposaldo della letteratura italiana è la compagnia dell’Atelier Teatro Dante che sotto la guida della vulcanica regista Enrica Barel porterà in scena le vicende di Renzo e Lucia venerdì 25 ottobre alle 20, al Théâtre des Variétés di bd Albert 1er a Monaco.

Nel cast insieme ai 18 allievi attori del laboratorio c’è anche Luisella Berrino, già amatissima voce di Radio Monte Carlo e ora pronta a mettersi in gioco, ma non è la prima volta, sulle tavole del palcoscenico.

Promessi Sposi, la locandina
Promessi Sposi di Manzoni portati in scena dalla compagnia de La Dante Alighieri di Monaco

Ma sempre al Théâtre des Variétés lunedì 21 ottobre alle 19 è in programma la conferenza dal titolo “Ritratto italiano – l’Italia dallo stereotipo alla realtà”.

In un incontro moderato dal giornalista televisivo Duilio Giammaria con ospiti tra gli altri Paolo Pininfarina ed Elena Sofia Ricci, si affronterà il tema dell’italianità in patria e all’estero.

Questo evento rientra nel più ampio quadro della “XIX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo” ed è uno dei momenti pensati per accompagnare la mostra del fotografo Amedeo M. Turello “Ritratti e Paesaggi: l’Italia sul Palcoscenico”, inaugurata alla Salle d’Exposition du Quai Antoine 1er alla presenza di S.A.R. la Principessa di Hanovre, di S.E. l’Ambasciatore Cristiano Gallo e della Direttrice degli Affari Culturali Françoise Gamerdinger il 7 ottobre scorso e che resterà aperta al pubblico fino a domenica 10 novembre 2019.

Turello e S.A.R. la Princesse de Hanovre. Credit: Axel Bastello / Palais Princier

Qui trovate il podcast per ascoltare le voci di Grazia Soffici, direttrice della Dante sezione Monaco, e del fotografo Amedeo M. Turello che raccontano dello spettacolo tratto da Manzoni e della mostra fotografica:

, , , , , ,

Promenade des italiens

Settimana della lingua italiana a Nizza

15 Ott , 2019  

Dal 18 al 25 ottobre 2019 a Nizza si terrà la diciannovesima edizione della “Settimana della Lingua Italiana”, una tradizione della diplomazia del nostro Paese organizzata da tutte le nostre sedi consolari e ambasciate in giro per il mondo, compreso il Consolato Generale d’Italia in Costa Azzurra. L’iniziativa ha come spunto il nostro idioma, ma poi si allarga alle arti, alla gastronomia, al genio italiano, come mostra anche il ricco programma di Nizza.

Il 17 ottobre alle 19:00 si avrà un’anteprima con la rappresentazione teatrale de “La Traviata”, interpretata in chiave contemporanea dalla compagnia del Teatro Blu, presso il teatro Garibaldi del Consolato. L’inizio ufficiale, invece, si avrà il 18 ottobre, alle 18:00 presso il Museo Lympia, al Porto di Nizza, con il vernissage dell’esposizione “Contamination” del pittore italiano Mauro Maugliani, ispirata all’opera di Leonardo da Vinci.

Proprio il grande genio italiano sarà al centro di un’altra importante esposizione con una serie di copie leonardesche riprodotte per l’occasione ed altre opere a lui ispirate, realizzate dall’incisore milanese Remo Giatti. La mostra aprirà il 21 ottobre presso la sede del Consolato e sarà anche l’occasione per presentare un catalogo curato da Jean-Paul Aureglia ispirato al “Trattato di pittura” di Leonardo, con contributi artistici dello stesso Giatti e di Carmen Boccù, e con riflessioni di Alain Freixe e di Raphael Monticelli. Siamo nel cinquecentenario della morte di Leonardo, per cui anche Nizza – come già altre località francesi e italiane – avrà un’occasione per ricordare e celebrare il grande genio toscano.

Il programma della “Settimana della Lingua Italiana”, però, prosegue con altri due appuntamenti imperdibili: il 22 ottobre con una sfilata di moda all’Hotel Négresco, organizzata da Napoli Moda Design, e il 25 ottobre con un cocktail di beneficenza al Palais des Rois Sardes, in favore del centro oncologico Antoine Lacassagne.

Il défilé sarà un’occasione per gli artisti, i sarti e i creativi napoletani di far conoscere il proprio estro e le proprie abilità, così da favorire i contatti e le sinergie tra piccole e medie imprese tra il territorio italiano e quello francese. Come ha spiegato ai nostri microfoni Paola Zusi De Benedictis, moglie del console Raffaele De Benedictis, i capi mischiano tradizione e innovazione, la magia del Teatro San Carlo e la fantasia della città napoletana: un savoir-faire che è la cifra stilistica di un’arte unica al mondo.

La serata del 25 ottobre, invece, chiuderà la Settimana con un’iniziativa dal valore più che simbolico, concreto e diretto: acquistando un biglietto di 20 euro presso il Consolato oppure presso il sito-web dell’associazione “Les Amis de Lacassagne”, sarà possibile partecipare ad una tombola solidale, perché tutto il ricavato sarà donato ai ricercatori dell’importante centro oncologico nizzardo che, in particolare, mettono a punto tecniche nuove e profilassi sperimentali per vincere la sfida contro il cancro.

Naturalmente, ogni serata sarà resa speciale dalla gastronomia della Campania e della Liguria, così da trasmettere una esperienza di gusti e sensazioni di grande suggestione, nell’impegno comune di rinnovare e valorizzare l’amicizia italo-francese.

Qui potete ascoltare il podcast con le voci di chi ha organizzato a Nizza la “Settimana della lingua italiana”:

, , ,

Promenade des italiens

Route du Goût, a Monaco: due giorni bio con Paolo Sari

11 Ott , 2019  

Route du Goût 2019

Route du Goût, la strada del gusto. In questo caso un molo monegasco: quai Antoine 1er.

Lo chef Paolo Sari dà appuntamento sabato 12 e domenica 13 ottobre a Monaco a tutti coloro che pensano che la prima cura per il proprio benessere arrivi da ciò che mangiamo. 

Una due giorni in cui si potranno fare degustazioni a bordo di imbarcazioni ormeggiate davanti al Tunnel Riva (dove si terrà una cena a scopo benefico) e acquistare prodotti della terra e alimenti biologici a “chilometro zero”.

Paolo Sari, dopo avere girato il mondo con la sua professione di chef, negli ultimi anni si è fermato a lavorare in Costa Azzurra e qui ha portato tutta la sua esperienza sulle cucine e i cibi di tutti i continenti.

Ha dato vita all’associazione BioChef Global Spirit Association che promuove la qualità delle materie prime a tavola e i produttori locali, aiutando anche i giovani di parti del mondo più povere con progetti di formazione e avviamento al lavoro.

E proprio la cena del 12 ottobre al Tunnel Riva servirà per raccogliere fondi da destinare all’istruzione dei ragazzi di un villaggio del Madagascar.

Trovate qui il programma del week-end del gusto, mentre di seguito vi proponiamo l’intervista al BioChef Paolo Sari, ideatore della Route du Goût:

, , ,