Cinque morti e allagamenti in Costa Azzurra. Riaperta la A6.

1 Dic , 2019  

Drammatico bilancio delle conseguenze del maltempo in Costa Azzurra.

Nella notte tra domenica 1 e lunedì 2 dicembre sono morti 3 pompieri dell’elisoccorso de la Sécurité Civile et des Pompiers des Bouches du Rhône.

L’incidente è avvenuto nei pressi di Rove non lontano da Marsiglia.

Altre due persone sono morte a Frejus e a Saint Paulente Foret.

Oggi scuole chiuse tra Cannes e Grasse, zona pesantemente colpita dall’alluvione di domenica.

In Italia riaperta la A6 Torino-Savona tra Altare e Savona, chiusa ieri alle 16 per precauzione per rischio di nuove frane.

Dopo una settimana, anche la Costa Azzurra è nuovamente funestata dalle forti piogge. La situazione appare drammatica soprattutto a Mandelieu, il cui sindaco ha allertato la popolazione: “Non spostatevi per alcun motivo” perché – osserva Nice-Matin – “la situazione è catastrofica: le strade principali sono completamente allagate e 1100 abitazioni sono senza elettricità”.

A Mandalieu-la-Napoule è chiusa dalle 17 la RD 6007 (Mandelieu) è chiusa tra le giratoire des Golfs e il limite dipartimentale del Var.

Qui una persona è stata salvata con l’elisoccorso dei pompieri.

Le avverse condizioni meteo, condizionano la circolazione anche in territorio francese la A8 – La Provençale è interdetta a tutti i veicoli in entrambe le direzioni tra Nice-St.Isidore e Le Cannet.

A Cannes chiusa la RD 6185 (Pénétrante Cannes/Grasse)in entrambe le direzioni tra le giratoire Churchill et la sortie Mougins, e tra Grasse et le giratoire Churchill nella direzione Grasse / Cannes.

Dalle 21 di domenica per il rischio valanghe, anche Isola 2000 non è raggiungibile dalla RM97.

La situazione peggiore resta però nel Var tra Cannes e Mandalieu e l’entroterra.


Comments are closed.