Promenade des italiens

Autism Europe, al via a Nizza il congresso internazionale

11 Set , 2019  

Autism Europe

Autism Europe giunge alla sua dodicesima edizione e quest’anno il congresso sull’autismo è in programma a Nizza tra il 13 e il 15 settembre.

Il titolo dato a questo importante simposio internazionale è «Une nouvelle dynamique pour le changement et l’inclusion» .

Infatti Danièle Langloys, Présidente d’Autisme France, ha dichiarato: ” l’obiettivo del congresso è promuovere la partecipazione delle persone affette da autismo a tutti gli aspetti della vita sociale, in conformità con la Convenzione ONU sui diritti delle persone portatrici di handicap”.

Molti i conferenzieri di chiara fama internazionale che si alterneranno all’Acropolis nella tre giorni nizzarda e non manca una rappresentanza italiana.

Dalla Lombardia sono attesi Sante Bandirale, autore ed editore di Uovonero, casa editrice che realizza libri sul mondo dell’autismo e la dottoressa Enza Crivelli, socia e consulente scientifica dell’editrice cremasca.

La dottoressa Crivelli in questo podcast ci anticipa i contenuti del suo intervento ad Autism Europe:

, , , , , ,

Agenda

Rentrée: si torna a scuola a Nizza

3 Set , 2019  

Rentrée scolaire école Ronchèse

La rentrée scolastica è un tema molto sentito dai francesi e non meno dai nizzardi. Da lunedì 2 settembre gli alunni delle scuole sono tornati tra i banchi per un anno scolastico che a Nizza presenta numeri interessanti. 

Innanzitutto è cresciuta la popolazione scolastica negli ultimi 5 anni (+0,11%) e gli allievi di materne ed elementari in città sono 29.616 suddivisi in 1319 classi nei 154 istituti pubblici.

Si è resa necessaria la costruzione di nuove aule e spazi per servizi scolastici per una spesa complessiva di circa 650 mila euro.

In generale però le scuole della città metropolitana hanno beneficiato di un budget di oltre 23 milioni di euro: per la cuisine centrale sono stati utilizzati 32 milioni, per la ristrutturazione del plesso scolastico della Corniche Feurie 5,9 milioni, per Ray Gorbella 15 milioni e così via.

Poi ci sono i soldi spesi per rendere le strutture accessibili, circa 2 milioni di euro.

Una voce importante del budget riguarda l’informatizzazione delle scuole anche per quanto riguarda la didattica, così che tutti i bambini possano utilizzare come strumenti di apprendimento tablet e computer.

L’offerta formativa e ricreativa in ore extra curriculari come sempre è ampia e consultabile sul “Cahier de Liaison“.

Infine non da meno è l’apporto dato quotidianamente dalle 2000 persone, oltre agli insegnanti e al personale scolastico, che ruotano attorno ai bambini: educatori, animatori, giardinieri, collaboratori delle mense e 228 papys e mamies trafic.

La cerimonia ufficiale della rentrée a Nizza si è scolta in presenza di Christian Estrosi, Maire de Nice, all’ecole Ronchèse dove i bambini hanno intonato il canto tradizionale “Nissa la Bella”.

Tra le autorità presenti: Richard Laganier, Recteur de l’Académie de Nice, Chancelier des Universités, Jean-Marc Giaume, Adjoint au Maire de Nice délégué à l’éducation, à la restauration scolaire, aux activités périscolaires et au Territoire « Cœur de Paillon », Hélène Saliceti, Conseillère municipale subdéléguée à l’Education e Laurence Navalesi, Conseillère municipale subdéléguée aux relations transfrontalières aux écoles privées et aux cultes.

Agenda

Turismo a Nizza, il 2019 un’ottima annata.

19 Ago , 2019  

Presentazione del bilancio turismo a Nizza 2019

Turismo a Nizza, il 2019 per dirla col gergo dei vini è stata un’ottima annata per la città metropolitana.

Alla presenza della stampa, il sindaco di Nizza Estrosi, insieme ad altri rappresentanti delle istituzioni come Rudy Salles delegato al Turismo, e rappresentanti dei settori alberghiero e della ristorazione come Denis Cippolini presidente della Fédération de l’Hôtellerie, de la Restauration et du Tourisme Nice Côte d’Azur, ha dato lettura dei primi dati disponibili per quest’estate che volge al termine.

Già nel primo trimestre del 2019 si è vista una crescita del giro d’affari in città con un aumento degli introiti del 6,68% (la ristorazione è cresciuta del 3,45% e l’ hôtellerie del 10,52%).

Anche giugno, grazie ai mondiali femminili di calcio, è stato un buon mese con alberghi pieni all’87%.

Luglio 2019 è andato meglio di luglio 2018 e questo agosto che volge al termine è in linea con i risultati ottenuti dal turismo nizzardo nell’anno precedente.

La tendenza per settembre e ottobre, secondo i dati dell’Office du Tourisme Métropolitain è di una crescita di 4 punti percentuali rispetto all’anno scorso.

Unica nota negativa per i turisti è l’aumento dei prezzi delle camere d’albergo, un + 3% rispetto alle tariffe medie.

I fattori del successo in campo turistico, oltre alle meraviglie del luogo, sono da ascrivere alla vocazione sportiva della città con oltre 500 competizioni disputate nell’arco dell’anno, ai numerosi festival di cinema e musica, al potenziamento dell’Aéroport Nice Côte d’Azur, e alla neonata linea 2 del tram.

E proprio l’aeroporto in fondo alla Promenade ha registrato la crescita maggiore con il traffico aereo aumentato del 5,7%.

E i numeri dello scalo sono impressionanti: 6,67 milioni di passeggeri, 121 destinazioni nel mondo, di cui 6 di lunga percorrenza senza scali. Cifre che pongono il terminal di Nizza al secondo posto in Francia dopo Parigi.