Promenade des italiens

Settimana della lingua italiana a Nizza

15 Ott , 2019  

Dal 18 al 25 ottobre 2019 a Nizza si terrà la diciannovesima edizione della “Settimana della Lingua Italiana”, una tradizione della diplomazia del nostro Paese organizzata da tutte le nostre sedi consolari e ambasciate in giro per il mondo, compreso il Consolato Generale d’Italia in Costa Azzurra. L’iniziativa ha come spunto il nostro idioma, ma poi si allarga alle arti, alla gastronomia, al genio italiano, come mostra anche il ricco programma di Nizza.

Il 17 ottobre alle 19:00 si avrà un’anteprima con la rappresentazione teatrale de “La Traviata”, interpretata in chiave contemporanea dalla compagnia del Teatro Blu, presso il teatro Garibaldi del Consolato. L’inizio ufficiale, invece, si avrà il 18 ottobre, alle 18:00 presso il Museo Lympia, al Porto di Nizza, con il vernissage dell’esposizione “Contamination” del pittore italiano Mauro Maugliani, ispirata all’opera di Leonardo da Vinci.

Proprio il grande genio italiano sarà al centro di un’altra importante esposizione con una serie di copie leonardesche riprodotte per l’occasione ed altre opere a lui ispirate, realizzate dall’incisore milanese Remo Giatti. La mostra aprirà il 21 ottobre presso la sede del Consolato e sarà anche l’occasione per presentare un catalogo curato da Jean-Paul Aureglia ispirato al “Trattato di pittura” di Leonardo, con contributi artistici dello stesso Giatti e di Carmen Boccù, e con riflessioni di Alain Freixe e di Raphael Monticelli. Siamo nel cinquecentenario della morte di Leonardo, per cui anche Nizza – come già altre località francesi e italiane – avrà un’occasione per ricordare e celebrare il grande genio toscano.

Il programma della “Settimana della Lingua Italiana”, però, prosegue con altri due appuntamenti imperdibili: il 22 ottobre con una sfilata di moda all’Hotel Négresco, organizzata da Napoli Moda Design, e il 25 ottobre con un cocktail di beneficenza al Palais des Rois Sardes, in favore del centro oncologico Antoine Lacassagne.

Il défilé sarà un’occasione per gli artisti, i sarti e i creativi napoletani di far conoscere il proprio estro e le proprie abilità, così da favorire i contatti e le sinergie tra piccole e medie imprese tra il territorio italiano e quello francese. Come ha spiegato ai nostri microfoni Paola Zusi De Benedictis, moglie del console Raffaele De Benedictis, i capi mischiano tradizione e innovazione, la magia del Teatro San Carlo e la fantasia della città napoletana: un savoir-faire che è la cifra stilistica di un’arte unica al mondo.

La serata del 25 ottobre, invece, chiuderà la Settimana con un’iniziativa dal valore più che simbolico, concreto e diretto: acquistando un biglietto di 20 euro presso il Consolato oppure presso il sito-web dell’associazione “Les Amis de Lacassagne”, sarà possibile partecipare ad una tombola solidale, perché tutto il ricavato sarà donato ai ricercatori dell’importante centro oncologico nizzardo che, in particolare, mettono a punto tecniche nuove e profilassi sperimentali per vincere la sfida contro il cancro.

Naturalmente, ogni serata sarà resa speciale dalla gastronomia della Campania e della Liguria, così da trasmettere una esperienza di gusti e sensazioni di grande suggestione, nell’impegno comune di rinnovare e valorizzare l’amicizia italo-francese.

Qui potete ascoltare il podcast con le voci di chi ha organizzato a Nizza la “Settimana della lingua italiana”:

, , ,

Promenade des italiens

Appuntamenti con la Storia e la Prima Guerra Mondiale

10 Nov , 2018  

Nei prossimi giorni in Costa Azzurra saranno in programma diversi appuntamenti per ricordare la storia e i fatti del primo conflitto mondiale a cento anni dalla fine.

Oltre alle celebrazioni ufficiali per commemorare le vittime, ci sono eventi per ripassare le tappe della Grande Guerra insieme a storici illustri o attraverso mostre e spettacoli.

A Nizza, all’Espace Magnan per domenica 17 novembre alle 19 è in programma la performance “14-18 Une guerre in-ouïe” in cui tre artisti daranno voce al conflitto di cui non esiste una memoria storica sonora “live” ma tanto ci è rimasto che può essere ricostruito: le canzoni della propaganda, lo spionaggio telefonico, gli albori ella radio e l’arrivo del jazz in Europa. Sono tutti nizzardi gli artisti che hanno lavorato a questo progetto: Didier Douet attore e commediografo, Cécile Guillemot regista e autrice e Luc Martinez compositore e sound designer. Per informazioni espacemagnan.com

Ancora a Nizza da segnalare gli appuntamenti organizzati dal Comites al Consolato italiano di bd Gambetta, 72: venerdì 30 novembre alle 9 verrà inaugurata la mostra di artisti contemporanei “Cent’anni dopo”, mentre alle 18 di venerdì 7 dicembre andrà in scena lo spettacolo di burattini (genere molto apprezzato dai soldati al fronte) dal titolo “Cuor di donna ovvero l’albergo del delitto”.

Ci spostiamo a Monaco dove è sempre altissimo il livello degli eventi culturali proposti dalla locale sezione de La Dante, sotto la direzione di Grazia Soffici.

Per giovedì 15 novembre alle 18.30 è atteso l’incontro con il giornalista Paolo Mieli di Rai Storia e lo storico Marco Mondini dell’Università di Padova.

Al Salon Atlantique di Av. Princesse Grace 22, con l’ausilio di immagini d’epoca provenienti dagli archivi Rai verranno analizzati gli eventi e i personaggi che hanno segnato quella Guerra, per un racconto che non sarà solo commemorativo.

Infatti il recupero della “memoria collettiva” è un punto fondamentale per ogni società che, grazie ad una migliore conoscenza del passato, voglia provare a risolvere i problemi del presente.

L’ingresso è solo su prenotazione, per cui affrettatevi a scrivere a: info.dantemc@gmail.com o a chiamare il numero +37797708947.

Ed ecco in anteprima per gli ascoltatori di Radio Nizza alcune anticipazioni della serata dalla voce del professore Mondini:

 

, , , , , , ,

Promenade des italiens

Italiano: in Costa Azzurra si studia la nostra lingua

12 Gen , 2018  

Italiano a scuola, per i ragazzi francesi della Costa Azzurra è materia di studio sin dall’ecole primaire.

I motivi per cui in molti qui studiano la lingua di Dante sono diversi e in ogni caso c’è molto interesse verso l’idioma e la cultura del bel paese.

Il merito va anche al grande lavoro di promozione e diffusione svolto dal Coalcit (Comitato per le Attività Linguistiche e Culturali Italiane), un ente voluto in passato dal nostro Ministero degli Affari Esteri che collabora attivamente con le istituzioni scolastiche locali della PACA.

Sono numerose le attività e le sinergie messe in campo per trasmettere anche in modo ludico la conoscenza dell’italiano: incontri con gli scrittori, spettacoli e seminari teatrali, laboratori sportivi (nella foto in alto l’ex giocatore della nazionale Simone Perrotta fa lezione di italiano giocando a calcio).

Inoltre a disposizione degli allievi francesi e anche degli italiani che risiedono a Nizza c’è una piccola ma fornitissima biblioteca presso la propria sede all’interno del Consolato italiano.

Instancabile anche Marianna Giuliante, la presidente del Coalcit nizzardo. Giunta anni fa dopo gli studi universitari ad Aix-en-Provence per un breve tirocinio, ha deciso di fermarsi in Francia insegnando italiano prima agli adulti alla Maison des Entreprises ( Chambre de Commerce Française) di Marsiglia, poi lavorando sempre come insegnante di lingua per varie istituzioni tra Nizza e Sophia-Antipolis.

A lei abbiamo chiesto come lavora il suo comitato e quali sono i progetti in corso:

 

, , , ,