interviste

Cap d’Ail, l’arte fa rivivere le Château des Terrasses

7 Set , 2017  

A Cap d’Ail allo Château des Terrasses, villa della Belle Epoque, sono passati i più grandi nomi dell’aristocrazia europea di fine Ottocento e inizio Novecento.

Oggi l’edificio è sede di esposizioni ed eventi ma al suo interno si presenta spoglio, difficile dunque immaginare lo splendore di un tempo, di quando nel 1885 il banchiere britannico Henry Mendel lo fece costruire.

Così i designer Tullia e Paolo Canciani hanno deciso di arredare gli spazi interni con mobili e complementi di oggi realizzati dall’azienda Zanaboni di Meda, proponendo ai visitatori un’immersione totale nel gusto di un’epoca.

Il tutto fa parte di un progetto dal titolo ​​”Le Décor d’Intérieur et l’Art renaissent au Château des Terrasses”, mostra aperta al pubblico gratuitamente dal 9 al 17 settembre.

L’esposizione, nata in collaborazione con il Municipio di Cap d’Ail, sotto l’Alto Patronato dell’Ambasciata Italiana a Monaco, è arricchita anche dalla presenza di alcune opere d’arte come una “petite danseuse” di Degas.

Quando si parla di lusso in Costa Azzurra si pensa subito agli yacht, questa invece è l’occasione per vedere i lavori di un’azienda brianzola che in materia di arredamento e design dagli anni Settanta accontenta la clientela più esigente dei cinque continenti.

Noi di Radio Nizza abbiamo intervistato Paolo Canciani…

, , , , , ,