Agenda

Paddle Yoga: dove praticarlo in Costa Azzurra

28 Mag , 2019  

paddle yoga in Costa Azzurra

Paddle Yoga o meglio lo Stand Up Paddle (spesso abbreviato in SUP), è uno sport che si pratica pagaiando eretti su un’ampia tavola per escursioni acquatiche. Rimanere in equilibrio su una superficie instabile richiede un lavoro di grande stabilizzazione che coinvolge gran parte della muscolatura profonda: ogni torsione, ogni pressione, ogni movimento accentuato dal moto ondoso implicheranno un intenso reclutamento dei muscoli stabilizzatori, rivelandosi un allenamento molto efficace per rafforzare la nostra postura. 

Il Pilates e lo Yoga, per esempio, si prestano per loro natura ad essere eseguiti su SUP, poiché mirano ad allenare il nostro corpo utilizzando per lo più lo stesso principio: il lavoro di mantenimento delle posizioni in una situazione di instabilità è reso ancora più intenso dal fatto di trovarsi in equilibrio su una piccola superficie mossa dalle onde del mare.

Opporsi in qualche modo alla superficie increspata dalle onde ha inoltre un valore simbolico molto elevato dal punto di vista spirituale. Patanjali (“Yoga Sutra”, tra 200 a.C e 500 d.C) definisce lo yoga come la “cessazione delle fluttuazioni della mente”. La serenità che si raggiunge con la meditazione è simile a uno specchio d’acqua senza onde che permette di vedere attraverso le acque tranquille tutta la profondità dell’essere. 

Le baie della Costa Azzurra sono luoghi ideali dove praticare il paddle yoga


Queste tavole sono sempre più reperibili a noleggio anche qui sulla Costa Azzurra, ma soprattutto è sempre più frequente avere la possibilità di partecipare a corsi in cui altre discipline si abbinano a questa pratica.


Lo Yoga su Paddle si può praticare in scenari davvero spettacolari nei dintorni di Nizza. Vi sono numerosi centri e gruppi sportivi che organizzano corsi di questo tipo a partire dalla primavera. In genere vengono predilette le rade, come quella di Villefranche-sur-mer, ma è possibile trovare classi di Paddle Yoga un po’ ovunque, a Cannes, a Monaco e ad Antibes. 


Se volete però praticarlo nel luogo più scenografico in assoluto che si possa trovare su tutto la Riviera dovrete andare nel dipartimento del Var, e più precisamente nella rada di Agay, alla Plage des Baumettes.


Qui le rocce rosse dell’Estérel e la natura più selvaggia a causa della minore edificazione per la presenza del Parco dipartimentale della regione, creano uno sfondo davvero spettacolare per la vostra pratica e lo specchio d’acqua sempre tranquillo vi cullerà nelle fasi di rilassamento accompagnate da magici tramonti.

Se volete avere maggiori informazioni su questa disciplina potete rivolgervi direttamente ad Antonella Fava, autrice di questo articolo e insegnante qualificata che tiene corsi in tutta la Costa Azzurra.

, , , , ,

Agenda

Coppa Milano-Sanremo, una classica d’altri tempi per auto senza tempo

26 Mar , 2019  

Coppa Milano-Sanremo

Milano-Sanremo il tragitto che molti fanno per un week-end al mare o per recarsi alla seconda casa, quella delle vacanze. Un percorso che oggi si copre in due ore e mezza di macchina o di treno senza alcuna difficoltà. Una distanza tra un mondo del quotidiano operoso e quello dell’ozio che in passato ha affascinato chi era in cerca di limiti da superare e considerava la vacanza un momento da riempire di emozioni. In questo caso la passione per le 4 ruote, i motori, le carrozzerie più superbe e un innato gusto per le sfide.

Nasce così nel 1906 la Coppa Milano-Sanremo (da non confondere con la classica del ciclismo, altrettanto affascinante) una competizione che ha visto sfidarsi nobili e alto borghesi al volante di automobili potenti che andavano dalla città della Madonnina alla Riviera dei Fiori percorrendo strade che oggi sono usate per i tracciati più impegnativi dei rally.

Quei gentiluomini del volante, che magari raggiungevano la propria amata in un hotel tutto palme e fiori vista mare e ne approfittavano per mettere alla prova carburatori e frizioni, oggi non esistono più ma qualcuno ha raccolto la loro eredità.

Torna così questa Coppa in una rievocazione che non manca né di fascino né di agonismo.

Con partenza dall’Autodromo di Monza giovedì 28 marzo e arrivo a Sanremo sabato 30, la carovana di vetture d’epoca sfilerà davanti agli occhi degli appassionati toccando borghi della Lomellina, del basso Piemonte, della Liguria. E infine un defilé all’insegna dell’eleganza a Monte Carlo a “Port Hercule” sempre lo stesso sabato.

Trovate sul sito della manifestazione tutte le informazioni di questa classica, mentre qui sotto potete ascoltare il racconto suggestivo fatto da Gianpaolo Sacchini, organizzatore di questa undicesima edizione:

, , , ,

Promenade des italiens

Calcio sotto le bombe, Facchetti racconta una storia epica

18 Apr , 2018  

Calcio, campionato di guerra 1943-1944. La squadra dei Vigili del Fuoco di La Spezia arriva prima, lasciandosi alle spalle il Grande Torino di Vittorio Pozzo.

Una vicenda che narra non solo di sport ma anche di uomini nell’Italia martoriata dal conflitto mondiale che l’attore Gianfelice Facchetti, figlio dell’indimenticato interista e capitano azzurro Giacinto Facchetti, porta in scena di città in città per fare rivivere la memoria di quegli undici “giocatori per caso” spezzini,allenati dal leggendario Ottavio Barbieri.

“Eravamo quasi in cielo” sarà in scena al Palazzo del Parco di Bordighera per la stagione TeaLtro di Liber Theatrum, sabato 21 aprile alle 21.

Ingresso a pagamento: intero € 12,00 – ridotti € 10,00 e 8,00

INFO e prenotazioni telefonando al 338 6273449 oppure scrivendo a libertheatrum@gmail.com.

Ecco le anticipazioni di Gianfelice Facchetti al microfono di Radio Nizza:

 

, , , ,