Agenda

Ossor Otteccuppac: Cappuccetto Rosso dalla parte del lupo

26 Apr , 2018  

Ossor Otteccupac che letto al contrario diventa Cappuccetto Rosso.

Perché al contrario viene riletta da Alessandro Bergallo la storia della bambina che nel bosco incontra il lupo.

L’attore genovese, da bravo artigiano del palcoscenico, scartavetra gli strati di convenzioni sociali che si sono depositati su questa favola nei secoli da Perrault ai Grimm, fino a Disney.

“Chi l’ha detto che il lupo è cattivo e rappresenta il male? E perché la bambina che non risponde al volere dei genitori merita di venire additata con un mantello rosso come la vergogna?” si chiede Bergallo.

Così si torna alla versione più antica della storia della ragazzina e il lupo: quella tramandata per via orale.

Ossor Otteccuppac in scena sabato 28 aprile alle 21 al Palazzo del Parco di Bordighera chiuderà il cartellone di TeaLtro, la rassegna organizzata per la prima volta nel comune rivierasco da Liber Theatrum con la direzione artistico di un soddisfatto Diego Marangon: “Tutti e 13 gli appuntamenti della stagione sono stati molto apprezzati e premiati da ottime presenze di pubblico. Stiamo già pensando e lavorando per il prossimo anno”.

Anche per quest’ultimo titolo biglietti compresi tra i 12 euro dell’intero e i 10 e 8 euro per i ridotti. Informazioni e prenotazioni chiamando i numeri 338 6273449 – 0184 272205 – 272230 (orario ufficio), oppure scrivendo a liber.theatrum@gmail.com.

 

, , ,

interviste

Calcio sotto le bombe, Facchetti racconta una storia epica

18 Apr , 2018  

Calcio, campionato di guerra 1943-1944. La squadra dei Vigili del Fuoco di La Spezia arriva prima, lasciandosi alle spalle il Grande Torino di Vittorio Pozzo.

Una vicenda che narra non solo di sport ma anche di uomini nell’Italia martoriata dal conflitto mondiale che l’attore Gianfelice Facchetti, figlio dell’indimenticato interista e capitano azzurro Giacinto Facchetti, porta in scena di città in città per fare rivivere la memoria di quegli undici “giocatori per caso” spezzini,allenati dal leggendario Ottavio Barbieri.

“Eravamo quasi in cielo” sarà in scena al Palazzo del Parco di Bordighera per la stagione TeaLtro di Liber Theatrum, sabato 21 aprile alle 21.

Ingresso a pagamento: intero € 12,00 – ridotti € 10,00 e 8,00

INFO e prenotazioni telefonando al 338 6273449 oppure scrivendo a libertheatrum@gmail.com.

Ecco le anticipazioni di Gianfelice Facchetti al microfono di Radio Nizza:

 

, , , ,

Agenda

Pertini e Pinuccio, Rapè torna in Liguria con le sue storie

22 Mar , 2018  

Pertini interpretato da Rapè

Pertini o meglio Pert con il suo nome di battaglia, l’amatissimo partigiano e Presidente della Repubblica italiana torna a vivere per un pomeriggio a Ventimiglia grazie al lavoro di Aldo Rapè.
In realtà l’evento di venerdì 23 marzo alle 17.15 alla Biblioteca Civica Aprosiana sarà un incontro di presentazione del libro Pert, di cui l’hanno scorso i ventimigliesi hanno visto la messa in scena al Teatro Comunale.

L’appuntamento, ad ingresso libero, vede inoltre la partecipazione dello storico Enzo Barnabà, del partigiano Salvatore Cacciatore, del musicista Sergio Zafarana e la conduzione di Diego Marangon direttore artistico di Liber Theatrum.

Sabato 24 marzo alle 21 Aldo Rapè proporrà Pinuccio al pubblico di Bordighera, per la stagione di TeaLtro alla Chiesa Anglicana.

Pinuccio è il racconto drammatico sui “carusi” siciliani, i bambini che lavoravano nelle miniere di zolfo in condizioni disumane. Il loro sfruttamento è andato avanti fino alla vigilia del “boom economico” e tanti hanno perso la vita in incidenti sul lavoro. Vere e proprie stragi furono quelle nelle gallerie di Gessolungo in provincia di Caltanissetta nel 1881 e nel 1958.

Lo spettacolo, che sarà in scena anche in francese al prestigioso festival di Avignone nel 2019, ripercorre la storia mineraria siciliana commemorando le sue giovani vittime e ci ricorda quanto ancora sia diffuso lo sfruttamento del lavoro minorile nel mondo.

Biglietti dai 12 euro in giù, informazioni sul sito di Liber Theatrum.

, , , ,

interviste

Giovanna d’Arco Santa senza parole a Bordighera

14 Feb , 2018  

Giovanna d’Arco, dalla Francia a Bordighera passando per la Sicilia.

La compagnia siciliana Prima Quinta Teatro arriva in Liguria con uno spettacolo dedicato alla santa guerriera, tutto incentrato sulla corporeità di sei giovani attrici dirette da Aldo Rapè.

“Al centro della messa in scena ci sono la Donna e Dio. Forse i due più grandi misteri e probabilmente la stessa identica cosa”, dice Rapè.

“JEANNE d’ARC – Visioni di una donna”sarà al Palazzo del Parco, sabato 17 febbraio alle 21.

Biglietto intero 12 euro, ridotti 10 e 8 euro.

Per informazioni: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.comwww.libertheatrum.com

Ecco qui l’intervista al regista Aldo Rapè:

, , , ,

interviste

Buzzati a teatro in una serata de La Dante di Monaco

8 Feb , 2018  

Buzzati, uno dei più grandi talenti italiani del Novecento, sarà il protagonista di una serata organizzata dalla sezione monegasca de La Dante Alighieri.

Enrica Barel e Filippo Usellini, della compagnia del Teatro delle Anime Antiche, portano in scena i personaggi nati dai racconti dello scrittore milanese in uno spettacolo dal titolo “W Buzzati” in programma lunedì 19 febbraio alle ore 20,00 al Théâtre des Variétés di Monaco.

I due attori daranno corpo alla fervida fantasia dell’autore del “Deserto dei Tartari” proponendo agli spettatori l’universo che ha popolato la mente di un uomo che è stato un grande giornalista, romanziere e pittore.

Si tratta di una rara occasione per “incontrare” all’estero uno dei pilastri della cultura e della lingua italiana.

Biglietti a 20 euro e ingresso gratuito per i soci della Dante Alighieri.

Ecco qualche anticipazione sull’evento:

, , , , ,

interviste

Ridere rende liberi nel giorno della Memoria

22 Gen , 2018   Gallery

“Ridere rende liberi” è lo spettacolo scelto da Liber Theatrum per celebrare il Giorno della Memoria 2018.

Una messa in scena in costante equilibrio tra ricordi, aneddoti e battute dove si ride e si sorride, spesso amaramente. Perché anche in quel periodo in Germania prima e nell’Europa occupata dopo, si sorrideva e si rideva. O almeno si cercava di farlo.

Il riso quindi come strumento di resistenza ma anche come mezzo e risorsa cui attingere per esorcizzare la paura e come sfida verso chi pone fine alla vita umana.

Uno spettacolo dove l’umorismo e l’ironia aiutano a interrogarsi sui poteri e sulla forza d’urto del riso, per riflettere sul senso del comico nel cuore del dolore quando, a complicarne le dinamiche, interviene la relazione che sussiste fra il carnefice e la vittima e sono gli aguzzini a contendere ai perseguitati “l’ultima risata”.

Il debutto è in programma per mercoledì 24 gennaio a Ventimiglia al teatro Comunale.

Si replica sabato 27 al Palazzo del Parco di Bordighera all’interno della stagione di TeaLtro.

In entrambe le date l’ingresso sarà gratuito.

Qui di seguito trovate la locandina del doppio evento e l’intervista al regista di “Ridere Rende Liberi” Diego Marangon:

 

 

, , ,

interviste

Bordighera: al via la stagione di Tealtro con Bergallo

6 Gen , 2018  

A Bordighera parte la nuova stagione teatrale nelle due sedi del Palazzo del Parco e della Chiesa Anglicana: si chiama Tealtro e la organizza Liber Theatrum.

Il primo nome in cartellone è quello dell’attore genovese Alessandro Bergallo che vanta nel suo curriculum spettacoli con il Teatro della Tosse, la presenza in formazioni comiche di primo piano come i Cavalli Marci e Quellilì, programmi televisivi come Bulldozer, Zelig e Camera Cafè.

Sabato 13 gennaio alle 21 al Palazzo del Parco porterà in scena “Open Source – idea libera tutti”, dove in pieno spirito di condivisione con il pubblico proporrà pezzi di ieri e di oggi partendo anche dagli spunti che arriveranno dalla platea, per riflettere sulla quotidianità di noi tutti.

Open Source #12_Facciamo come i cani

Se volete essere sempre entusiasti di vedervi, e scoprire la gioia dell'amore incondizionato, fate come loro… #OpenSource 12

Pubblicato da Alessandro Bergallo su Giovedì 28 dicembre 2017

La stagione proseguirà con altri otto spettacoli originali e praticamente introvabili nella nostra zona. Tra essi anche alcuni artisti, con le loro nuove produzioni, che Bordighera ritroverà con grande piacere perché già apprezzati in passato e altri che sorprenderanno e stupiranno.

“Si riderà, si sorriderà, si rifletterà, si resterà affascinati da storie ignote ai più o a noi apparentemente lontane proposte da artisti che arriveranno qui in Riviera, dal Trentino come dalla Sicilia, ma anche da Barcellona e da Berlino” afferma  il direttore artistico Diego Marangon.

“Spettacoli per tutti i gusti. Di parole, ma anche inconsueti, di sole immagini, musica, suoni, con tante suggestioni e contaminazioni tra arti varie. Per adulti, studenti e bimbi, perché il
teatro è magia e nel buio della sala quello che si deve fare è soprattutto sognare e far volare la fantasia e l’immaginazione” conclude Marangon.

Per tutte le informazioni sugli spettacoli di Tealtro, sui biglietti e gli abbonamenti potete visitare il sito di Liber Theatrum.

Qui invece trovate in anteprima una presentazione di Open Source direttamente dalla voce di Alessandro Bergallo. E buon divertimento a tutti con Tealtro!

 

, , ,

interviste

Prima Guerra Mondiale: esercizi di memoria a teatro

1 Dic , 2017  

La Prima Guerra Mondiale ricordata a Nizza nella messa in scena dal titolo “Lettere e Canti dal Fronte”.

A fare esercizio di memoria è un gruppo interculturale composto da italiani, francesi e ungheresi guidato da Mario Angelillo, un ex docente di chimica con la passione per il teatro che da Monza si è trasferito nel capoluogo della PACA.

Il collettivo da qualche tempo si ritrova presso il Consolato Italiano a Nizza per leggere insieme poesie e cronache della Grande Guerra, alcune storie anche appartenenti ai parenti degli attori: come per esempio Patrizia Gallo il cui nonno Pierino fu mandato al fronte a combattere.

Lo spettacolo nato all’interno del Comites nizzardo, arricchito dalle musiche eseguite dal vivo dal duo “Napolide” e da immagini dal film di Monicelli “La Grande Guerra”, sarà un racconto corale che avrà il duplice obiettivo: non dimenticare le sofferenze di chi ha combattuto e lanciare un messaggio di pace.

L’appuntamento con “Lettere e Canti dal Fronte” è per giovedì 7 dicembre alle 19.30 al Teatro Garibaldi del Consolato in bd Gambetta 72, con ingresso libero.

Su Radio Nizza potete ascoltare la presentazione dello spettacolo dalla voce di Patrizia e Mario:

 

 

, , , ,

Hanbury che spettacolo 2017!

Bergallo fa il Bis ai Giardini Hanbury di Ventimiglia

24 Ago , 2017  

Alessandro Bergallo, attore della gloriosa brigata dei Cavalli Marci, sarà in scena a Ventimiglia nell’ambito del festival “Hanbury che Spettacolo 2017!” con il suo Bis.

Genovese, classe 1966, Bergallo vanta una solidissima esperienza fatta di teatro, con quelli della Tosse, e cabaret: Zelig, Bulldozer, Colorado Cafè, Quelli che il calcio… e per domenica 27 agosto  alle 21.15 ha in serbo per il pubblico uno show in cui saranno gli spettatori a scegliere cosa vedere pescando da 3 cappelli diversi i titoli dei monologhi, delle canzoni o dei “cazzeggi” che il “mattatore” andrà a interpretare.

Si tratta di una vera e propria prova d’attore che ha un unico grande scopo: far divertire il pubblico.

Biglietti come sempre a 12 euro, 10 per i soci Coop e per tutte le informazioni potete contattare Liber Theatrum al numero 338 6273449.

E in attesa che vada in scena Bis, ascoltate qui l’intervista ad Alessandro Bergallo…

 

 

, , ,

Agenda

Pertini rivive a Nizza e Ventimiglia con lo spettacolo Pert di Aldo Rapè

20 Apr , 2017   Gallery

Pertini a Nizza ci visse tre anni in esilio dal 1926 al 1927 per colpa del regime fascista, ora rivivrà nella città della Promenade grazie alla voce e al talento dell’attore Aldo Rapè.

“PERT – Vita e miracoli del partigiano Sandro Pertini” è dedicato in particolare all’Uomo Sandro Pertini. Un viaggio negli anni caotici e cruenti della Resistenza attraverso il partigiano ligure che un giorno
diverrà Presidente. La sua vita come cartina di tornasole della drammaticità che è insita in tutte le grandi scelte dell’esistenza. Un racconto di un uomo ancora d’esempio per tutti, in un’epoca dove sono rimasti solo uomini di parole e dove la libertà di parola è divenuta parola in libertà.

Il partigiano Sandro Pertini come figura universale di ogni combattente che in ogni tempo e ad ogni latitudine ha avversato la tirannide, l’ingiustizia sociale e l’oppressione. Partigiano come visionario del futuro e non come utilizzatore del presente. Aldo Rapè che interpreterà l’amato Presidente nel suo monologo vanta nel suo curriculum un premio ricevuto all’importante festival teatrale di Avignone.

Ci sono due occasioni in questi giorni per ripercorre la vita del partigiano di San Giovanni di Stella: a Nizza il 24 aprile al Consolato Italiano di bv Gambetta e il 26 a Ventimiglia al Teatro Comunale.

In entrambi casi ingresso gratuito, per maggiori informazioni potete contattare qui: www.libertheatrum.com

 

, , ,