Promenade des italiens

Settimana della lingua italiana a Nizza

15 Ott , 2019  

Dal 18 al 25 ottobre 2019 a Nizza si terrà la diciannovesima edizione della “Settimana della Lingua Italiana”, una tradizione della diplomazia del nostro Paese organizzata da tutte le nostre sedi consolari e ambasciate in giro per il mondo, compreso il Consolato Generale d’Italia in Costa Azzurra. L’iniziativa ha come spunto il nostro idioma, ma poi si allarga alle arti, alla gastronomia, al genio italiano, come mostra anche il ricco programma di Nizza.

Il 17 ottobre alle 19:00 si avrà un’anteprima con la rappresentazione teatrale de “La Traviata”, interpretata in chiave contemporanea dalla compagnia del Teatro Blu, presso il teatro Garibaldi del Consolato. L’inizio ufficiale, invece, si avrà il 18 ottobre, alle 18:00 presso il Museo Lympia, al Porto di Nizza, con il vernissage dell’esposizione “Contamination” del pittore italiano Mauro Maugliani, ispirata all’opera di Leonardo da Vinci.

Proprio il grande genio italiano sarà al centro di un’altra importante esposizione con una serie di copie leonardesche riprodotte per l’occasione ed altre opere a lui ispirate, realizzate dall’incisore milanese Remo Giatti. La mostra aprirà il 21 ottobre presso la sede del Consolato e sarà anche l’occasione per presentare un catalogo curato da Jean-Paul Aureglia ispirato al “Trattato di pittura” di Leonardo, con contributi artistici dello stesso Giatti e di Carmen Boccù, e con riflessioni di Alain Freixe e di Raphael Monticelli. Siamo nel cinquecentenario della morte di Leonardo, per cui anche Nizza – come già altre località francesi e italiane – avrà un’occasione per ricordare e celebrare il grande genio toscano.

Il programma della “Settimana della Lingua Italiana”, però, prosegue con altri due appuntamenti imperdibili: il 22 ottobre con una sfilata di moda all’Hotel Négresco, organizzata da Napoli Moda Design, e il 25 ottobre con un cocktail di beneficenza al Palais des Rois Sardes, in favore del centro oncologico Antoine Lacassagne.

Il défilé sarà un’occasione per gli artisti, i sarti e i creativi napoletani di far conoscere il proprio estro e le proprie abilità, così da favorire i contatti e le sinergie tra piccole e medie imprese tra il territorio italiano e quello francese. Come ha spiegato ai nostri microfoni Paola Zusi De Benedictis, moglie del console Raffaele De Benedictis, i capi mischiano tradizione e innovazione, la magia del Teatro San Carlo e la fantasia della città napoletana: un savoir-faire che è la cifra stilistica di un’arte unica al mondo.

La serata del 25 ottobre, invece, chiuderà la Settimana con un’iniziativa dal valore più che simbolico, concreto e diretto: acquistando un biglietto di 20 euro presso il Consolato oppure presso il sito-web dell’associazione “Les Amis de Lacassagne”, sarà possibile partecipare ad una tombola solidale, perché tutto il ricavato sarà donato ai ricercatori dell’importante centro oncologico nizzardo che, in particolare, mettono a punto tecniche nuove e profilassi sperimentali per vincere la sfida contro il cancro.

Naturalmente, ogni serata sarà resa speciale dalla gastronomia della Campania e della Liguria, così da trasmettere una esperienza di gusti e sensazioni di grande suggestione, nell’impegno comune di rinnovare e valorizzare l’amicizia italo-francese.

Qui potete ascoltare il podcast con le voci di chi ha organizzato a Nizza la “Settimana della lingua italiana”:

, , ,

Agenda

Alluvione in Costa Azzurra, 4 anni fa il disastro

2 Ott , 2019  

Alluvione in Costa Azzurra

L’alluvione in Costa Azzurra del 2015 fece 20 morti e danni per un ammontare di 600 milioni di euro.

Verso le 14 del 3 ottobre le Bouches-du-Rhône vengono flagellate da una tempesta dalla forza distruttrice che metterà in ginocchio gli abitati di Cannes, Vallauris, Biot, Mandalieu-la-Napoule e Antibes.

In occasione del primo anniversario della tragedia, il nostro editorialista Giovanni Gugg scriveva sul suo blog: “L’impressione e il clamore furono internazionali specie sui giornali italiani: una cosa del genere era “impensabile” in una delle zone più ricche e celebrate d’Europa”.

E ancora, evidenziava Gugg: ”  Un disastro di dimensioni tali che, pochi giorni dopo, il governo nazionale riconobbe lo stato di catastrofe naturale”.

Anche Nizza fu colpita dalle piogge torrenziali ed ecco in questo video girato dallo stesso Gugg la situazione dalle parti della Tête Carrée.

In questi giorni nei vari comuni colpiti dall’alluvione in Costa Azzurra vengono ricordate le vittime con diverse cerimonie in programma, tra cui quella di Cannes il 3 ottobre alle ore 12 in presenza del sindaco David Lisnard 12h al Monument aux mort del municipo.

A questo link invece vi proponiamo la lettura integrale della cronaca del nostro editorialista di quelle terribili ore.


, , , ,

Agenda

La Victorine di Nizza, gran successo per gli open days

30 Set , 2019  

La Victorine



La Victorine di Nizza, i gloriosi studios cinematografici nizzardi, hanno aperto al pubblico nello scorso week-end per mostrare a tanti appassionati della “settima arte” i teatri di posa dove è stato girato tanto cinema francese e internazionale.

Secondo la Ville de Nice che ha organizzato la manifestazione sono stati oltre 20.000 i visitatori che tra sabato 28 e domenica 29 settembre hanno affollato i luoghi di mitici set dei più grandi registi del Novecento e degli anni Duemila.

Anche 1500 ragazzi delle scuole hanno potuto visitare questo luogo di magia e sogno nella giornata di venerdì 27 settembre.

Di seguito vi proponiamo le immagini di questa due giorni a la Victorine, mentre potete leggere sul nostro sito l’articolo su una bella mostra che ha appena chiuso i battenti, dedicata al cinema girato a Nizza e in Costa Azzurra.

Uno degli edifici all’interno della Victorine: Villa Reg Ingram
L’accueil de la Victorine
La falegnameria dove venivano costruite le scenografie. La parte più antica degli studios fu progettata dall’architetto del Negresco Édouard Niermans
Parte dei 20.000 visitatori degli open days della Victorine
I segreti del cinema: la camera car
Affiche della mostra dedicata al film “Les Enfants du paradis”
Una scenografia del capolavoro di Marcel Carné



, , , , ,