Con Batasiolo il brindisi a Quality of Life

23 Dic 2019

Un Batasiolo per chiudere in bellezza la seconda edizione di Quality of Life al Novotel di Monaco.

Domenica 15 dicembre si è tenuto un nuovo appuntamento della conferenza sulla qualità della vita, ideata dall’imprenditore torinese Romeo Ferrero.

Il numeroso pubblico ha seguito i conferenzieri che si sono alternati declinando il proprio intervento sul tema della giornata: l’amore.

L’amore e le sue molteplici sfaccettature: da quello per le arti a quello per il prossimo, da quello per il sapere a quello per la natura.

Non è mancato l’amore per la musica grazie alla musica del duo Angelica Murante (piano) e Giulio Cozzari (violoncello) che ha accolto gli spettatori con le note di compositori contemporanei.

Giulio Cozzari, violoncellista
Angelica Murante, pianista e organista

Dall’amore per il vino e per il proprio mestiere di vinificatore, passato di generazione in generazione, è arrivato uno degli interventi più coinvolgenti a Quality: la testimonianza di Ignazio Dogliani, presidente della vini Batasiolo.

Il giovane imprenditore alla guida dell’azienda di famiglia ha illustrato come tradizioni e nuove tecnologie nel campo del vino debbano andare a braccetto e come anche nelle realtà grandi come la sua, da oltre 3 milioni di bottiglie vendute nel mondo, ci possa essere la stessa cura e qualità, se non maggiore, che c’è nelle piccole.

Ignazio Dogliani a Quality of Life presenta l'azienda di famiglia, la vini Batasiolo
Ignazio Dogliani a Quality of Life presenta l’azienda di famiglia, la vini Batasiolo

Ignazio Dogliani ci ha spiegato come si fa il vino nelle Langhe, mentre il sommelier Piero Sattanino ci ha spiegato come si bevono i Batasiolo: Nebbiolo, Barolo, Gavi e Moscato.

Sattanino, più volte campione del mondo, con estrema eleganza ha illustrato le virtù e le qualità organolettiche dei vini che il pubblico ha degustato poi insieme alle specialità preparate da Jean Paul Veziano e dal panificio Fratelli Lia.

Dall’amore per il vino a quello per il prossimo, soprattutto se appartiene alle categorie più fragili come gli anziani soli. Vincenzo Palmero, presidente della Croce Rossa di Bordighera ha presentato l’iniziativa supportata dai Lions: il “Barattolo dell’emergenza”.

Vincenzo Palmero presenta il Barattolo dell'Emergenza a Quality of Life
Vincenzo Palmero presenta il Barattolo dell’Emergenza a Quality of Life

Uno strumento che può accelerare i soccorsi delle persone inferme che spesso vengono ritrovate a terra in stato confusionale. Come funziona, Palmero lo spiega nel podcast che trovate di seguito. A fine discorso è intervenuta per una rapido saluto la dottoressa Senia Seno, Vice Governatore del Distretto 108Ia3 dei Lions di Ventimiglia.

Uno dei momenti più intensi è stata la reunion tra Romeo Ferreo e il musicista e poeta cubano Raul Frometa. Ferrero in passato è stato il produttore degli Havana Mambo, band di cui Frometa ha fatto parte. A Quality Raul Frometa ha presentato il suo libro di poesie “Presencias” e a fine evento ha suonato alcuni brani del disco, anch’esso intitolato “Presencias” e cantato dal vivo da Piero Dotti. Presente anche Redel Frometa, intellettuale e docente universitario, fratello di Raul.

Raul e Redel Frometa , al centro Romeo Ferrero
Raul e Redel Frometa , al centro Romeo Ferrero

Come dicevamo, tanti sono stati i relatori del 15 dicembre e li riassumiamo rapidamente qui di seguito ringraziandoli per avere contribuito con il loro speech ma più in generale con il loro quotidiano a migliorare la qualità delle nostre vite:

Italo Muratore – architetto e Presidente dell’OdP-TRIF, Osservatorio del Paesaggio Transfrontaliero della Riviera Italo-Francese/Observatoire du Paysage Transfrontalier de la Riviera Italienne et Française;

Alessandro Carassale – ricercatore di Storia Moderna all’università di Genova, esperto di storia dell’agricoltura, dell’alimentazione e del vino, della cultura materiale e del turismo liguri;

Caterina Allera ed Enrico Masella – rispettivamente biologa e ingegnere. Hanno ideato MeaPlant, un rivoluzionario sistema di coltivazione fuori suolo, senza terra, per un futuro di scarsità di terreni agricoli e di acqua;

Giuseppe Mazza – giornalista e fotografo monegasco che ha sempre puntato il suo obiettivo sulle meraviglie della natura e ha realizzato on line la “Monaco Nature Encyclopedia”;

Flavia Marcella Tealdo – già docente di materie letterarie nei licei e all’Università di Torino, esperta di didattica, ora risiede a Monaco e ha scritto il romanzo “Vuoti da riempire” (Pintore) ambientato in un carcere femminile;

Daniel Mille –  presidente della sezione monegasca di Kiwanis, organizzazione che dona ogni anno oltre 18 milioni di ore di volontariato e investe oltre 107 milioni di dollari nelle comunità sparse nel mondo e in favore dell’infanzia che vive in condizioni svantaggiate;

Marco Damele l’imprenditore agricolo di Camporosso (IM) a cui si deve la riscoperta della “cipolla egiziana”;

Claudio Porchia – giornalista enogastronomico che ha presentato la guida ai “Ristoranti della Tavolozza e ha decantato le prelibatezze culinarie dei fiori;

il BioChef Paolo Sari che ha parlato del lato più che buono della sua cucina di fama mondiale: l’aspetto solidale. Infatti lo chef veneziano ha presentato i progetti avviati nel sud del mondo dalla sua associazione “Bio Chef Global Spirit”.

Il sommelier Piero Sattanino illustra i pregi del vino Batasiolo a Quality of Life
Il sommelier Piero Sattanino illustra i pregi del vino Batasiolo a Quality of Life

Alla comunicazione di Quality of Life hanno collaborato, oltre alla nostra équipe, anche la testata sanremese MonteCarloTimes e la monegasca Teos.TV.

Ed ecco infine il podcast che riassume alcuni degli interventi della giornata di Quality of Life e in attesa di un nuovo appuntamento in Costa Azzurra vi auguriamo Buone Feste.

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli