Police Municipale de Nice: un 2020 di gran lavoro

30 Gen 2021

La Police Municipale de Nice nell’anno appena concluso è intervenuta più del precedente anche per eventi straordinari e drammatici come l’alluvione causata dalla Tempesta Alex e l’attentato di Notre Dame.

All’interno di quello che era l’ospedale di Saint Roch e che sarà la futura sede della polizia municipale nizzarda, con l’intervento del sindaco Estrosi e del prefetto Ankri, sono stati presentati nei giorni scorsi i dati relativi alle operazioni svolte nel 2020 a Nizza da parte della Police Municipale de Nice.
Gli agenti hanno ricevuto oltre 84.000 chiamate da parte dei cittadini nel 2020 contro le 77.000 del 2019: quindi nonostante i movimenti e le attività ridotte per via delle varie restrizioni sanitarie, c’è stato un grande impegno da parte delle forze dell’ordine in città.
Il loro lavoro sarà sempre più tecnologico con nuove strumentazioni per il controllo della città, anche dall’alto con l’utilizzo di droni, e con l’aiuto dei cittadini che potranno fare le loro segnalazioni sulla piattaforma jesoutienmapolice.nice.fr che sarà on-line a breve.

Vediamo nel dettaglio quali e quanti sono stati gli interventi sul campo:

Lotta alla delinquenza, dati del 2020 e percentuali rispetto al 2019

• 5.740 arresti per atti criminali o illeciti. Quasi il 34% in più rispetto al 2019, ma già in aumento (4.305 nel 2019)
• arresti nell’ambito della lotta alla droga: + 99,6%.
• arresti nell’ambito della lotta contro le detenzioni e il trasporto di armi: + 74%.
• Arresti per violazioni delle normative sugli stranieri: + 225%.

Lotta contro chi arreca danni all’ambiente e al decoro urbano, dati del 2020 e percentuali rispetto al 2019

• 6.067 infrazioni verbalizzate: + 44%.
• 3.358 sanzioni per depositi illegali: + 213% .
• 1.905 multe per abbandono di rifiuti: + 61%
• 883 verbalizzazioni per mancato rispetto dei principali decreti nizzardi.

In generale missioni di pubblica sicurezza

• 2.700 operazioni di controllo congiunto con i partner di polizia nazionale, dogane, tasse, URSSAFF, ispettorato del lavoro, ecc.
• 699 operazioni anti-assembramento.
• 813 operazioni di sicurezza stradale (velocità-rumore).
• 320 operazioni contro l’occupazione abusiva del demanio.
• oltre 25.000 controlli sui trasporti pubblici che hanno portato a 273 arresti per atti criminali.
• Più di 1000 aziende controllate – 100 soggette a chiusure amministrative per ripetute violazioni di norme igieniche o normative.

Lotta alla pandemia e vigilanza per il rispetto delle misure sanitarie

• 470 sopralluoghi nei magazzini alimentari per verificare l’applicazione delle misure imposte.
• 17.000 verbali per mancato rispetto dei gesti di barriera (indossare una mascherina, mancato rispetto del confinamento, coprifuoco, viaggi, ecc.).

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli