Strage di Nizza, un arresto in Italia

22 Apr 2021

La strage di Nizza non fu l’azione di un lupo solitario.

La cosa era chiara sin dall’inizio, cioè che ci fosse una rete di complici su cui Mohamed Lahouaiej Bouhlel aveva fatto affidamento per compiere il sanguinario attentato che il 16 luglio 2016 fece 86 vittime sull’asfalto della Promenade des Anglais.

I media italiani oggi riportano la notizia che in provincia di Caserta, a Sparanise, è stato arrestato Endri Elezi, di origine albanese.

L’uomo avrebbe fornito le armi all’attentatore, secondo quanto ricostruito dagli agenti della Digos di Napoli e Caserta, coordinati dalla Procura di Napoli.

La speranza è che dagli interrogatori vengano fuori nuovi elementi per fare luce su quella tragica sera di cui tra poco ricorrerà il quinto anniversario.

Endri Elezi era ricercato anche dalle autorità francesi, il coordinamento tra le due polizie fa ben sperare nel lavoro di prevenzione necessario affinché non si verifichino altri attentati in Europa.

 

 

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli