Treni per Nizza, quando torna il Thello?

10 Mag 2020

Un treno per Nizza. Questo è il desiderio di molti italiani che vorrebbero tornare in Costa Azzurra dove hanno seconde case, parenti, amici, impegni di lavoro. Anche il desiderio di chi da Nizza vorrebbe tornare in Italia a riabbracciare i propri cari. Al momento i confini sono chiusi per tutti coloro che non devono spostarsi per urgenti motivi familiari, lavorativi o di salute. Presto però si potrebbe tornare ad una situazione di “normalità”. Infatti in una recente conferenza stampa il sindaco di Nizza Christian Estrosi, rispondendo a una precisa domanda del collega Beppe Tassone di Montecarlonews, ha dichiarato che tra la fine di maggio e l’inizio di giugno potrebbe essere riaperta la frontiera franco-italiana per i proprietari di seconde case. Come sappiamo, in Francia le decisioni per il passaggio da una fase a un’altra vengono prese ogni tre settimane, quindi partendo lunedì 11 maggio la fase 2 del déconfinement si fa presto a calcolare che, se l’evoluzione della pandemia sarà favorevole, da lunedì primo giugno si potrebbe passare ad una nuova fase, magari con una maggiore permeabilità delle frontiere. Un termometro dell’evoluzione può essere il sito del Thello, il treno che unisce Francia e Italia permettendo viaggi senza cambi di convoglio a Ventimiglia. Al momento sul sito della compagnia ferroviaria si legge che i treni Milano-Parigi sono cancellati fino al 31 maggio, mentre la linea Milano-Nizza sarà riattivata dal 18 maggio, con due corse su tre giornaliere da e per la Francia. Questo fa ben sperare ma non vuol dire che gli italiani potranno varcare il confine di stato se non per giustificati motivi. Però è già qualcosa. Infatti il 18 maggio è la data prevista in Italia per gli spostamenti tra regioni e quindi Lombardia e Liguria potranno avere nuovamente un collegamento diretto e così tra Liguria e Costa Azzurra. Dunque, l’invito è a tenere d’occhio il sito di Thello. https://www.thello.com

(Trovate le notizie principali della settimana in formato podcast nel nostro giornale radio)

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli