Confinement Nizza: ancora un mese

19 Mar 2021

Il confinement a Nizza e nel dipartimento delle Alpi Marittime, per decisione del governo francese è stato protratto di quattro settimane. Dunque lo stop alle attività secondo le modalità già note non sarà solo nel week-end ma tutti i giorni della settimana.

Sedici dipartimenti dell’Esagono andranno in confinement da stasera a mezzanotte e fino al 18 aprile.

Le reazioni locali sono di frustrazione: con vari gradi di veemenza, più o meno tutti i politici locali affermano che è ingiusto. Il problema è che nonostante i miglioramenti delle ultime settimane, i dati sono ancora molto preoccupanti.

A partire dal primo cittadino di Breil sur Roya Sébastien Olharan che via twitter ha dichiarato: “Je suis sidéré par l’annonce d’un nouveau confinement pour les AlpesMaritimes. Une décision qui ne tient compte ni de la diversité du territoire ni des efforts déjà consentis. Des difficultés en plus pour nos vallées qui essaient de se reconstruire après la Tempête Alex”.

La Francia decide di chiudere tutto, o quasi, ma a differenza dell’Italia scuole primarie e asili resteranno aperti. Ovviamente, non perché si creda che nelle scuole non ci siano contagi ma perché convinti che la scuola sia una priorità essenziale del paese.

Prossimante pubblicheremo le regole di questo nuovo confinement a Nizza e nelle Alpi Marittime, intanto condividiamo un calcolatore per scoprire dove potete recarvi con le restrizioni attuali che impongono di non spostarsi oltre i 10 km da casa propria: ecco la mappa interattiva.

Testo e foto di Giovanni Gugg

 

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli