Coronavirus Costa Azzurra bien expliqué #80

25 Giu 2020

A distanza di una settimana dal nostro ultimo bollettino, torniamo ad occuparci della presenza del nuovo coronavirus in Francia e nella Région Sud per tenere alta l’attenzione, senza rinunciare al progressivo ritorno alla normalità.

La situazione sanitaria

Nella giornata di mercoledì 24 giugno i nuovi casi positivi registrati in Francia sono stati 81 per un totale di 161.348 da inizio pandemia, il tasso di positività medio nel paese rispetto ai tamponi effettuati è dell’1,5%. Con 13 decessi nelle 24 ore tra martedì e mercoledì sono saliti a 29731 i morti e 9299 pazienti sono ancora ricoverati in ospedale di cui 658 in rianimazione. I focolai epidemici sotto osservazione nell’Esagono sono 82.
Nella Région Sud il tasso di positività varia da dipartimento a dipartimento: nelle Bouches-du-Rhone è elevato ed è del 4,3%, nel Var scende all’1,6%, più basso nelle Alpes Maritimes 0,7%. E ancora: Vaucluse 2,7%, Alpes-de-Haute-Provence 0,6%, e 0% Hautes Alpes secondi i dati diffusi ieri da Santé Publique France. Nella Région Sud PACA nel pomeriggio di mercoledì 24 giugno si sono registrati 3 nuovi positivi nelle Bouches-du-Rhone, 1 nel Var e 0 in tutti gli altri dipartimenti.
Al momento, secondo i dati diffusi dall’Ars Paca, nella Région Sud ci sono ancora 654 persone positive negli ospedali (440 nelle Bouches-du-Rhône) di cui 40 in rianimazione, 936 i decessi totali da inizio pandemia di cui 11 nella settimana dal 16 al 23 giugno. Le persone entrate in contatto con il covid-19 tra ancora malati, positivi asintomatici e guariti sono 17.627 da inizio pandemia.

Anche nel Principato di Monaco è stato riscontrato un nuovo caso di persona positiva al Covid-19.

Le misure preventive

La situazione nel Sud della Francia e nelle zone a “semaforo verde” del paese è delicata, poiché tutti i miglioramenti sanitari avuti grazie al confinement, rischiano di essere vanificati se non si continuano a mantenere i gesti barriera, l’uso della mascherina nei luoghi chiusi e sui mezzi pubblici e se non si evitano gli assembramenti anche all’aperto.
Ha destato preoccupazione nella giornata del 21 giugno il raduno di centinaia di persone a Parigi che si sono ritrovate per assistere a un concerto in occasione della Festa della Musica. Così come continuano ad esserci manifestazioni di piazza con decine di persone in corteo non distanziate e spesso prive di protezioni.
L’ultima notizia che arriva dal governo francese in materia di prevenzione, proprio per evitare assembramenti, è quella della chiusura delle discoteche fino a settembre. Ma se da un lato si tutela la salute dei clienti, dall’altro si dovrebbero supportare economicamente i locali notturni che impiegano migliaia di persone in tutto il paese, i cui lavoratori si ritrovano senza occupazione, così come denunciato dai gestori di due noti club della Costa Azzurra in un’intervista andata in onda su Franceinfo 3 PACA.
Intanto l’attenzione nell’Esagono è puntata sulla seconda tornata elettorale e a tal proposito la Mairie de Nice ha comunicato le operazioni di voto di domenica 28 giugno si svolgeranno nella massima sicurezza, come si è fatto con la ripresa delle lezioni a scuola (nella nostra foto di copertina di oggi i bambini di un istituto di Nizza che entrano distanziati nell’edificio). Tornando alle consultazioni elettorali, ai seggi si accederà distanziati, provvisti di mascherina, chi non ce l’ha verrà dotato all’ingresso di un dispositivo di protezione, e ciascuno si potrà portare la matita da casa per votare. I seggi verranno disinfettati ogni due ore e ovunque si troveranno dispenser di gel idroalcolico.

I consigli personali

Radionizza.it con i suoi podcast forse ha fatto scuola, poiché anche l’Ars Paca ha scelto questa forma di comunicazione per parlare di salute e covid-19. Scherzi a parte, oggi vi consigliamo Capsule, la serie di podcast che trovate sul sito dell’agenzia regionale della salute di Provenza Alpi e Costa Azzurra.
E a breve invece su radionizza.it troverete una nuova rubrica con i consigli per vivere la vostra estate in Costa Azzurra e il bollettino tornerà on line tra una settimana.

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli