La Costa Azzurra si prepara alla campagna per la terza dose di vaccino anti-Covid-19

Di Giovanni Gugg
22 Nov 2021

Tutto pronto in Costa Azzurra per la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid-19. Oggi, lunedì 22 novembre, i sindaci di Nizza e Cannes hanno presentato la strategia delle loro città.

Il primo cittadino di Nizza e presidente della Métropole Nice-Côte d’Azur, Christian Estrosi, ha annunciato in una conferenza stampa alcune nuove misure per contenere l’aumento di contagi e ricoveri a causa della pandemia di Covid-19, la più importante delle quali riguarda l’annuncio dell’apertura di tre nuovi centri vaccinali in città nei prossimi giorni: al Théâtre de Verdure, in rue de Hancy e presso l’ex dipartimento delle dogane nel porto di Nizza.

Il sindaco ha invitato i residenti a prenotarsi, a partire dal 1° dicembre, su un sito-web predisposto dal comune per ricevere la terza dose di vaccino anti-Covid-19 e una particolarità di questa campagna vaccinale è che l’inoculazione avverrà nel giorno e nell’ora scelti dalle singole persone. Estrosi ha anche aggiunto che chiederà al governo l’autorizzazione per vaccinare “tutti coloro che lo desiderano, qualunque sia la loro fascia d’età, a partire dai 12 anni“. Al contempo, il sindaco ha annunciato che se il virus continuerà a dilagare e questo renderà necessario prendere ulteriori misure restrittive, chiederà con forza che queste riguardino i non-vaccinati, le cui scelte “non possono essere pagate da chi si è vaccinato“.

La quinta ondata dell’epidemia di Covid-19 sta progredendo in Francia e nel dipartimento delle Alpi Marittime il tasso d’incidenza è attualmente di 271 per 100.000 abitanti e il tasso di positività è del 3,6%, sebbene Estrosi abbia tenuto a ricordare che nella metropoli di Nizza sono state vaccinate 578.871 persone, “uno dei migliori tassi di vaccinazione in Francia“.

Anche il comune di Cannes, oggi, ha diffuso una nuova strategia antipandemica, sottolineando che l’obiettivo è anticipare il virus, per cui ha aperto alle prenotazioni per la terza dose di vaccino per tutte le persone di più di 50 anni. Il comunicato della città di Cannes prevede quattro punti:

1. la priorità è “contrastare la circolazione del virus nei luoghi chiusi affollati, attraverso l’uso di strumenti tecnologici innovativi“, quindi con disinfettanti distribuiti negli edifici comunali con sensori di CO2 e di depuratori d’aria nelle scuole, infatti Cannes è la città meglio attrezzata del Paese da questo punto di vista;

2. costante e quotidiano monitoraggio delle acque reflue, in modo da ottenere una precisa cartografia della circolazione del virus nel comune, ma anche e soprattutto di identificare e risalire ai supercontaminatori per prendere misure di protezione della popolazione, come l’isolamento, in una fase molto precoce;

3. ricordare senza sosta che l’imperativo individuale e collettivo è di rispettare i “gesti barriera”, come lavarsi le mani spesso, tossire o starnutire nella piega del gomito o in un fazzoletto (poi da gettare), evitare di stringersi la mano, indossare la mascherina negli spazi chiusi o in situazioni di assembramento, nonché far arieggiare regolarmente le stanze e le sale riunioni, soprattutto durante il periodo invernale;

4. i centri vaccinali cittadini saranno aperti alla somministrazione della terza dose a partire da lunedì 29 novembre; per l’iscrizione si vada sul sito-web del comune di Cannes.

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli