Hockney – Matisse, un paradis retrouvé

Di Antonella Fava
1 Set 2022
Hockney Matisse

Ci sono ancora un paio di settimane per visitare Hockney – Matisse, un Paradis retrouvé, la mostra allestita al Musée Matisse di Nizza fino al 18 settembre, che si inserisce nell’evento della Biennale des Arts de Nice, dedicata quest’anno ai fiori. L’esposizione si apre infatti sulla serie Fresh Flowers che David Hockney ha recentemente realizzato su iPad nella sua casa in Normandia. 

Fresh Flowers Hockney

Fresh Flowers – David Hockney

Realizzati tra il 30 gennaio e il 21 aprile 2021 testimoniano della grande maestria nella pittura su iPad cui l’artista è giunto. Lungi dal voler ottenere una resa fotografica Hockney cerca di far apparire tutta la varietà di tracciati: “da vicino si vede come i fiori sono disegnati si possono riconoscere i tratti che ho fatto, io non cerco di nasconderli, è un punto essenziale per me.”

Fauve Hockney Matisse

Un dialogo intenso tra Hockney e Matisse

Il percorso prosegue attraverso la collezione del Musée Matisse che viene fatta dialogare con l’opera di David Hockney. Si creano così delle risonanze sorprendenti che evocano universi comuni ai due artisti come la continuità tra lo spazio dell’atelier e l’esterno. La Côte d’Azur si unisce alla California attraverso i temi della piscina, della finestra e del giardino lussureggiante. Di sala in sala si comprende che l’opera di David Hockney non è mai lontana da quella di Matisse: nei suoi disegni dalle linee pure, nei paesaggi abitati dal movimento e più in generale nel modo di percepire il reale.

Hockney Matisse

La finestra

L’acquatinta del 1972 Rue de Seine, realizzata da Hockney durante il suo soggiorno a Parigi riprende il tema di Matisse della finestra, associata al vaso di pesci rossi. La finestra torna anche nei due dipinti del Louvre del 1974 Contre-jour in French Style e Two Vases in the Louvre. Altre finestre seguiranno come la grande vetrata che si apre sulle dune e l’oceano di Fire Island Interior (1976) che si può leggere come una versione americana degli interni nizzardi di Matisse.

Hockney Matisse

Intimità

Dai disegni accademici alle odalische passando per le sculture, il lavoro attorno al corpo umano e la sua integrazione nello spazio diventa essenziale per Matisse. Mentre lui si ispira quasi esclusivamente al modello femminile, si è voluto presentare qui un insieme di nudi maschili di Hockney. Questi uomini nudi, adottando delle pose languide tradizionalmente attribuite ai modelli femminili, rivendicano l’appartenenza dell’artista all’universo gay che egli frequenta a New York poi a Los Angeles negli anni 60 e 70.
L’attaccamento di Hockney alla rappresentazione della figura sottolinea anche la sua volontà di iscriversi nella tradizione figurativa in opposizione all’astrazione e all’arte concettuale allora dominanti.

Hockney Matisse

La sedia

I due artisti sono particolarmente attaccati ad alcuni oggetti presenti nell’atelier, soprattutto alla poltrona o la sedia. Le Fauteuil rocaille di Matisse è uno dei più celebri esempi: nel 1946 ritrae questo mobile barocco veneziano a Nizza. La poltrona di Hockney è meno preziosa ma è altrettanto soggettiva nella maniera in cui suggerisce la presenza umana senza mostrarla. 

Hockney Matisse

Il giardino

In Normandia l’atelier di David Hockney si estende a tutto il giardino, di cui egli conosce ogni pianta.
Dopo l’operazione nel 1941 Matisse fa sempre più fatica a muoversi. Nella Villa Le Rêve a Vence e poi nel suo grande atelier al Régina, ha anch’egli vissuto circondato da un mondo vegetale lussureggiante.
Per entrambi scopriamo che più essi avanzano con l’età più la loro opera riesce a veicolare  freschezza e giovinezza. Hockney con le sue pitture su iPad, Matisse con le sue gouaches ritagliate.

Hockney

La piscina

Per concludere non poteva mancare il richiamo all’estetica della piscina tanto amata da Hockney. Quella di Matisse, che ora è al MoMA, e che occupava le pareti di uno dei suoi atelier al Régina, simboleggia la stessa libertà che trovò Hockney a Los Angeles.

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli