Fine del green-pass e uso della mascherina al chiuso dal 14 marzo

Di Giovanni Gugg
13 Mar 2022

Da lunedì 14 marzo 2022 in Francia non ci sarà più l’obbligo di presentare il green-pass in determinati luoghi, né quello di indossare la mascherina al chiuso, tranne nei trasporti pubblici e nelle strutture sanitarie.
Grazie al miglioramento della situazione sanitaria dovuta all’epidemia di Covid-19 e, in particolare, al forte calo della pressione sugli ospedali, il Presidente del Consiglio Jean Castex ha annunciato l’allentamento delle misure anti-pandemiche nella République.

Il pass-sanitario è rilasciato come certificato di vaccinazione o in seguito al risultato negativo di un test o per avvenuta guarigione, e non sarà più obbligatorio per accedere a ristoranti, bar, discoteche, cinema, teatri, sale per spettacoli, musei, stadi, fiere e spettacoli in cui attualmente è richiesto. Al contrario, resterà obbligatorio all’ingresso di ospedali, case di riposo e strutture per disabili, al fine di tutelare le persone più vulnerabili.

Per quanto riguarda l’obbligo di indossare la mascherina, questo era già stato allentato il 28 febbraio 2022, ma dal 14 marzo non è più imposto nei luoghi chiusi (aziende, scuole, amministrazioni, servizi pubblici, negozi, ecc.). Uniche eccezioni, i trasporti pubblici e le strutture sanitarie. Per quanto riguarda la scuola, si tratta di una grande apertura, come abbiamo già scritto su Radio Nizza.

Ulteriore cambio in vigore da lunedì 14 marzo è la fine del distanziamento fisico (anche noto come “distanziamento sociale”). Restano in vigore, invece, le norme igieniche come il lavaggio delle mani, la pulizia delle superfici e la ventilazione dei locali.

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli