Quando scoppia un incendio si portano in salvo gli abitanti della casa. La casa in questione è Notre Dame a Parigi, cattedrale simbolo della civiltà nel cuore dell’Europa. E gli abitanti di questa grande casa sono i tesori in essa custoditi. Ecco perché una gran parte dei 400 pompieri, intervenuti sul posto già 10 minuti dopo il divampare delle prime fiamme, si sono dedicati con grandissimo sforzo e non pochi rischi a mettere in salvo i tesori e le opere d’arte custodite all’interno della millenaria cattedrale parigina. Il capo della Sécurité Sociale (corrispettivo della nostra Protezione Civile) ha risposto via Twitter a chi alimentava sterili polemiche sui mancati soccorsi dall’alto con Canadair e velivoli simili. La ragione di tale decisione è stata la fragilità strutturale del monumento che non avrebbe retto alla massa d’acqua compresa tra le 3 e le 10 tonnellate che gli sarebbe piovuta addosso.

Per venire alla nostra Costa Azzurra, i politici della Region Sud tra cui Ciotti ed Estrosi, oltre ad esprimere il loro dolore, hanno manifestato l’intento di lavorare alla raccolta fondi per la ricostruzione di Notre Dame.