Tutti i musei della Costa Azzurra per Museum Week 2021

Di Marco Casa
8 Giu 2021

Musei della Costa Azzurra un patrimonio di arte, cultura e meraviglia diffuso su tutto il territorio delle Alpes-Marittimes. Ecco l’elenco completo… o quasi!

Di Giovanni Gugg

Questa dal 7 al 13 giugno 2021 è la “Settimana dei musei”, un vero è proprio festival online sui musei del pianeta. La “Museum Week” è stata istituita nel 2014, e dal 2016 ha il supporto dell’UNESCO.
Per celebrare questa bella iniziativa, abbiamo pensato di raccogliere tutti i musei del dipartimento delle Alpes-Maritimes e del Principato di Monaco in un unico articolo. Si tratta di un elenco di oltre 70 musei, in ordine di città di appartenenza, con l’indirizzo, il recapito telefonico, il sito internet e una breve descrizione, in modo da orientarvi facilmente e trovare con agilità il museo della Costa Azzurra che fa per voi. Buona visita!

 

ANTIBES

  • Musée d’Histoire et d’ArchéologieInaugurato nel 1963, raccoglie oggetti provenienti da scavi terrestri e subacquei che ripercorrono la storia di Antipolis dal VII secolo a.C. al V secolo d.C. – Direction des musées – 4, rue des Cordiers – 06600 – Antibes / web.
  • Musée PicassoSi tratta di una galleria pubblica d’arte che contiene principalmente opere di Pablo Picasso – Direction des musées – 4, rue des Cordiers – 06600 – Antibes / web.
  • Musée de la TourSulla storia di Antibes nel XX secolo – 1, rue de l’Orme – 06600 – Antibes / +33 (0)4 92 90 54 25 – web.
  • Musée Peynet et du dessin humoristiqueSul celebre illustratore e creatore degli “innamorati” di Peynet – Place Nationale – 06600 – Antibes / +33 (0)492905430 – web.
  • Musée de la Carte PostaleSulle cartoline d’epoca –  4, avenue Tournelli – 06600 – Antibes / web.
  • Musée de l’écoleUn museo unico nel suo genere, fondato nel 2004 e dedicato alla storia della scuola – 18, avenue de Verdun – 06600 – Antibes / +33 (0)441127699 – web.

 

BEAULIEU-SUR-MER

  • Villa KérylosSi tratta della ricostruzione originale di una dimora della Grecia antica, costruita all’inizio del 1900 dall’archeologo francese Theodore Reinach; dal 1966 è monumento storico del Ministero della Cultura francese – Impasse Gustave Eiffel – 06310 – Beaulieu-sur-Mer / +33 (0)493014729 – web.

 

BIOT

  • Musée Fernand LégerÈ dedicato all’opera dell’artista del XX secolo Fernand Léger – Chemin Val de Pome – 06410 – Biot / +33(0)492915020 – web.
  • Musée d’Histoire et de Céramique BiotoiseRaccoglie reperti che ricostruiscono una storia di due millenni – 9, rue Saint-Sébastien – 06410 – Biot / web.

 

CAGNES-SUR-MER

  • Château-Musée GrimaldiCostruito intorno all’anno 1300 da Rainier Grimaldi, signore di Cagnes, oggi questo castello ospita il Musée de l’Olivier (il museo dell’olivo), la Donation Solidor e delle esposizioni temporanee di arte moderna – Haut-de-Cagnes – Place du Château – 06800 – Cagnes-sur-Mer / +33 (0)492024735 – web.
  • Musée RenoirDedicato al pittore impressionista Auguste Renoir (1841-1919) – Chemin des Collettes – 06800 – Cagnes-sur-Mer / +33 (0)493206107 – web.

 

CANNES

  • Musée des explorations du monde (ex Musée de la Castre et ses Collections permanentes « Arts Primitifs ») – Ospita opere provenienti da varie zone del mondo: Himalaya-Tibet, Artico, America precolombiana, Oceania, ma anche antichità mediterranee, strumenti musicali dell’Asia, Africa, Oceania e America, dipinti di paesaggi del XIX secolo di artisti della Provenza – Le Suquet – 06400 – Cannes / web.
  • Musée du Masque de fer et du Fort Royal (ex-Musée de la Mer) – Espone reperti archeologici, d’arte e di storia; si trova su un’isola al largo di Cannes – Ile-Sainte-Marguerite – 06400 – Cannes / web.

 

CONTES

  • Musée du Carnaval de FranceSi tratta di un museo nato dalla passione di Sébastien Dalbera per il carnaval de Nice, il carnevale di Nizza – 146, chemin de las Ayas – 06390 – Contes / +33 (0)689201764 – web.

 

GRASSE

  • Musée Jean-Honoré FragonardOffre un’immagine completa della carriera del celebre pittore Jean-Honoré Fragonard: opere galanti, pitture a tema religioso, paesaggi, ritratti ispirati ai contemporanei fino al quadro realizzato alla fine della carriera: Le sacrifice de la Rose; il museo è suddiviso in tre piani, con sale per esposizioni permanenti e temporanee – 23, boulevard Fragonard – 06130 – Grasse / web.
  • Musée d’Art et d’Histoire de ProvenceOspita importanti collezioni dedicate, da un lato, alla vita quotidiana della Provenza orientale a partire dalla preistoria e, dall’altro, alle belle arti e alle arti decorative comprese tra il XVII e la prima metà del XX secolo – 2, rue Mirabeau – 06130 – Grasse / web.
  • Musée International de la ParfumerieUnico al mondo, questo museo è dedicato a una delle più prestigiose attività tradizionali francesi: la profumeria, di cui la città di Grasse è culla – 2, boulevard du Jeu de Ballon – 06130 – Grasse / web.

 

JUAN-LES-PINS

  • Musée NapoléonienEspone dipinti, sculture, oggetti e documenti legati a Napoléon Bonaparte – Boulevard J. F. Kennedy – 06160 – Juan-les-Pins / +33 (0)493614532 – web.

 

LE CANNET

  • Musée BonnardUnico museo al mondo dedicato al lavoro di Pierre Bonnard, una figura chiave dell’arte del XIX e XX secolo – 16, boulevard Sadi Carnot – 06110 – Le Cannet / web.

 

LE MUY

  • Fondation VenetSi tratta del frutto di oltre cinquant’anni di creazione artistica e di incontri tra Bernar Venet e tantissimi altri grandi artisti, che hanno portato a una vasta collezione di arte minimale e concettuale – 150, chemin du Moulin des Serres – 83490 – Le Muy / web.

 

LUCERAM

  • Musée de la CrècheCreato da volontari della Maison de Pays de Lucéram e dell’Associazione Haut Paillon, il museo del presepe presenta più di 150 opere; i “santons” (i pastori) sono realizzati in vari materiali e in varie fattezze; vi sono anche presepi del mondo: Africa, Egitto, Marocco, Perù, Bolivia, Europa… – 3, place Adrien Barralis – 06440 – Lucéram / +33 (0)493794650 – web.

 

MENTON

  • Musée des Beaux-ArtsSi trova all’interno del Palais de Carnolès, una residenza costruita nel 1717 da Antoine 1° Grimaldi, principe di Monaco. Acquistata dal dipartimento delle Alpi Marittime nel 1961, è museo dal 1977 – 3, avenue de la Madone – 06500 – Menton / web.
  • Musée du Bastion de Jean CocteauInaugurata nel 1966, la collezione comprende 102 opere, integrate da altre donazioni e acquisizioni – Quai Napoleon III – 06500 – Menton / web.
  • Musée de Préhistoire RégionaleFondato nel 1878 dal naturalista Stanislas Bonfils (1823 – 1909), questo museo è fondamentale per conoscere la storia arcaica della zona di Mentone – Rue Lorédan Larchey – 06500 – Menton / web.

 

MOUANS SARTOUX

  • Espace de l’Art ConcretSi tratta di un centro d’arte contemporanea creato nel 1990, con una collezione di arte astratta e una donazione di Albers-Honegger – Château de Mouans – 06370 – Mouans-Sartoux / +33 (0)493757150 – web.

 

MOUGINS

  • Musée d’Art ClassiqueCollezione di antichità romane, greche ed egizie; vasi, monete e gioielli; armi e armature greco-romane; inoltre vi sono dipinti, disegni e sculture di artisti come Picasso, Matisse, Chagall, Dufy, Cézanne, Rodin, Dali, Andy Warhol, Marc Quinn, Antony Gormley e Damien Hirst; il museo è stato fondato dal mecenate inglese Christian Levett nel 2011 – 32, rue Commandeur – 06250 – Vieux Village de Mougins / +33 (0)493751822 – web.

 

NIZZA / NICE

  • Musée MatisseDedicato all’opera del pittore francese Henri Matisse – 164, avenue des Arènes de Cimiez – 06000 – Nice / +33 (0)493810808 – web.
  • Musée du Vieux-Logis de NicePresenta collezioni di arte religiosa medievale e una serie di oggetti e mobili di uso quotidiano raccolti dal reverendo padre domenicano Alfred Lemerre, innamorato dell’arte antica; le collezioni vanno dal XIV al XVII secolo – 59, avenue Saint Barthélémy – 06000 – Nice / web.
  • Musée des Beaux-Arts Jules ChéretCostruito nell’antica dimora privata del 1878 dalla principessa russa Elizaveta Vasilievna Kochubey, il museo ospita una collezione d’arte degli ultimi quattro secoli, con dipinti di Chéret, Alexis Mossa, Gustav-Adolf Mossa, sculture di Jean-Baptiste Carpeaux, François Rude, Michel de Tarnowsky e Auguste Rodin, oltre a pezzi di ceramica di Pablo Picasso – 33, avenue des Baumettes – 06000 – Nice / web.
  • Musée Archéologique – Site de CimiezInaugurato nel 1989, il museo ha collezioni che vanno dalle età dei metalli all’antichità, fino all’alto medioevo; riguardano la vita di Cemenelum e della provincia delle Alpi Marittime – 160, avenue des Arènes – 06000 – Nice / +33 (0)493815957 – web.
  • Musée MassénaUna villa « Belle époque » dedicata alla storia di Nizza, alla storia del turismo, ai suoi cittadini più illustri e ai suoi ospiti più famosi – 65, rue de France – 06000 – Nice / web.
  • Musée National Message Biblique Marc ChagallInaugurato nel 1973, il museo viene costruito mentre Chagall è ancora in vita, grazie al sostegno del ministro della cultura Andrè Malraux; è una delle più importanti raccolte delle opere di questo artista, in particolare quelle sulla Bibbia: si tratta di diciassette dipinti dedicati alla Genesi, l’Esodo e al Cantico dei Cantici – Avenue du Docteur Menard – 06000 – Nice / +33 (0)493538720 – web.
  • Musée d’Art Naïf Anatole JakovskyRaccoglie un panorama unico al mondo della storia della pittura naif dal XVIII secolo ai giorni nostri; dipinti, sculture, disegni, manifesti, ripercorrono l’evoluzione di quest’arte attraverso le opere dei pittori più famosi: Bauchant, Bombois, Vivin, Séraphine, Rimbert, Lefranc, Rabuzin, Ivan e Josip Généralic, Lackovic e altri – Château Ste Hélène – Avenue de Fabron – 06200 – Nice / web.
  • Musée Départemental des Arts AsiatiquesCollezione di arte asiatica e sala del tè in un moderno edificio lungolago progettato dal celebre architetto giapponese Kenzo Tange, il quale disse: “Nella mia mente, questo museo è un gioiello di neve che brilla nell’azzurro del Mediterraneo. È un cigno che galleggia su un tranquillo lago in mezzo al mare” – 405, promenade des Anglais – Arénas – 06200 – Nice / +33 (0)489045520 – web.
  • Musée du Palais LascarisCostruito a metà del XVII secolo, il palazzo è situato nel cuore della città vecchia ed è il monumento civile più importante del barocco nizzardo, per la sua scalinata monumentale decorata con affreschi e i suoi saloni lussuosamente decorati; nel 1970 il palazzo fu aperto al pubblico come museo comunale – 15, rue Droite – 06300 – Nice / web.
  • Musée d’Art Moderne et d’Art ContemporainSi tratta di un museo dedicato principalmente all’arte moderna e contemporanea, progettato dagli architetti Yves Bayard e Henri Vidal e modellato ad arco tetrapode; ispirata alle strutture neoclassiche, la struttura si presenta rivestita di marmo di Carrara; al suo interno si possono apprezzare diverse opere di artisti noti come Gustav Metzger, César Baldaccini, Daniel Spoerri, Martial Raysse e Tom Wesselmann, Klein – Promenade des Arts – 06300 – Nice / web.
  • Galerie Lympia – È uno spazio culturale dipartimentale all’interno dell’ex carcere del Porto di Nizza, un edificio emblematico, intimamente legato alla storia locale: le antiche galere si trasformano oggi in un invito al viaggio, alla cultura e all’arte – 52, boulevard Stalingrad – 06300 – Nice / +33 (0)489045310 – web.
  • Muséum d’Histoire Naturelle de NicePer scoprire la biodiversità del dipartimento delle Alpes-Maritimes, conosciuto in tutto il mondo per i suoi paesaggi al contempo marini e alpini; sono presentati mammiferi (lupo, capriolo, cinghiale, camoscio, ecc.) uccelli (rapaci, trampolieri, passeriformi…) rettili e insetti… Piante e funghi, oltre a una vasta serie di minerali, rocce vulcaniche… Si tratta del più antico museo municipale della città, che ha aperto nel 1846 – 60, boulevard Risso – 06300 – Nice / web.
  • Musée Archéologique – Site de Terra AmataSi trova sull’omonimo sito archeologico che ha restituito tra i più antichi reperti della storia dell’umanità, risalenti a 400.000 anni fa; aggiornato nel 2016, il museo oggi ha un percorso interattivo e divertente – 25, boulevard Carnot – 06364 – Nice / web.
  • Musée National du SportCreato nel 1963 a Parigi, dal 2014 questo museo si trova a Nizza, presso il nuovo stadio cittadino; le sue collezioni comprendono più di 45.000 oggetti e 400.000 documenti che ripercorrono la storia dello sport dalle sue origini – Stade Allianz Riviera, Boulevard des Jardiniers – 06200 – Nice – +33 (0)489224400 / web.
  • Mont Boron et Mont AlbanMuseo a cielo aperto sulle colline di Nizza, con fortificazioni militari dei secoli scorsi – Nice / web.
  • Grotte du LazaretE’ un sito archeologico preistorico risalente al Paleolitico, situato ai piedi del mont Boron, nella zona sud-est della città di Nizza; è stato classificato tra i “Monuments historiques” di Francia nel 1963; si affaccia sul Mar Mediterraneo – 33 bis, boulevard Franck Pilatte – 06300 – Nice / +33 (0)489043600 – web.
  • Musée de la Photographie Charles NègreNel cuore della Vecchia Nizza, il museo propone mostre monografiche temporanee dei più grandi nomi della fotografia, ma ha anche una galleria annessa dedicata alla creazione fotografica regionale – 1, place Gautier – 06000 – Nice / +33 (0)497134220 – web.
  • Villa ArsonUn museo d’arte, scuola d’élite e istituto di ricerca per l’arte contemporanea fondata nel 1881 e poi diventata nel 1972 “École Nationale Supérieure d’Arts à la Villa Arson” (Scuola Nazionale di Belle Arti presso la Villa Arson) – 20, avenue Stephen Liegeard – 06100 – Nice / +33 (0)492077373 – web.
  • Musée Franciscain de CimiezAnnesso al Monastero di Cimiez e alla Chiesa dell’Assunta, questo museo racconta la storia di uno dei siti più densi di arte e di storia di Nizza, con particolare attenzione alla vita francescana a Nizza dal XIII secolo a oggi – 164, avenue des Arènes de Cimiez – 06000 – Nice / +33 (0)493810808 – web.

 

PRINCIPATO DI MONACO / MONTECARLO

  • Collezione di automobili di S.A.S. il Principe di MonacoQuesta esposizione annovera circa un centinaio di autovetture di tutte le epoche e delle più grandi case automobilistiche europee e americane, oltre a sei carrozze di proprietà di S.A.S. il Principe Ranieri III di Monaco – Terrasses de Fontvieille / +37792052856 – web.
  • Museo del “Vieux Monaco”Si tratta di un museo aperto per visite gratuite i mercoledì e venerdì dalle ore 11 alle 16 da giugno a fine settembre; valorizza gli oggetti del patrimonio antico, ceramiche, quadri, mobili, costumi e mostra, nelle sue sale, la vita comune del « Rocher » d’epoca – 2, rue Emile de Loth / +37793505728 – web.
  • Museo dei francobolli e delle moneteCustodisce rarità filateliche della storia postale del Principato, nonché tutti i documenti che sono serviti per stampare i francobolli dal primo “Charles III” del 1885 ai giorni nostri; aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17 (le 18 nei mesi di luglio e agosto) – 11, terrasses de Fontvieille / +37798984150 – web.
  • Museo di Antropologia preistoricaFondato dal Principe Alberto I nel 1902 “per conservare le vestigia degli uomini primitivi riesumate dal suolo del Principato e delle regioni limitrofe”, il museo conserva reperti che delineano le varie tappe della preistoria e della protostoria della regione – 56 bis, boulevard du Jardin Exotique / +37798988006 – web.
  • Museo Navale di MonacoNato dalla passione del professor Claude Pallanca, collezionista fin dalla più tenera età – Terrasses de Fontvieille / +37792052848 – web.
  • Museo oceanografico di MonacoFu ideato dal Principe Alberto I e vanta un know-how di fama mondiale, custodendo più di 6000 specie – Avenue Saint-Martin / +37793153600 – web.
  • Nuovo Museo Nazionale di Monaco (NMNM)Valorizza il patrimonio del Principato di Monaco e divulga la creazione artistica contemporanea attraverso l’allestimento di mostre temporanee nei suoi due spazi – la Villa Paloma e la Villa Sauber – 56, boulevard du Jardin Exotique / +377 98 98 48 60 – 17, avenue Princesse Grace / +37798989126 – web.
  • Palazzo dei Principi di MonacoResidenza privata all’interno della quale in alcuni periodi dell’anno è possibile visitare i Grandi Appartamenti – Place du Palais / +37793251831 – web.
  • Fondation Francis BaconLa Francis Bacon MB Art Foundation è un’istituzione non-profit riconosciuta a livello internazionale che dedica le sue attività accademiche e di ricerca allo studio dell’arte, della vita e del processo creativo di Francis Bacon; la collezione comprende più di 3000 oggetti, tra dipinti, mobili e fotografie – 21, boulevard d’Italie – 98000 – Monaco / +37793303033 – web.

 

PUGET-ROSTANG

  • Ecomusée du Pays de la RoudouleNato nel 1986, l’ecomuseo è dedicato all’area culturale caratterizzata dalla lingua alpina provenzale: il gavot – Placette de l’Europe – 06260 – Puget-Rostang / +33 (0)493051325 – web.

 

ROCQUEBRUNE-CAP-MARTIN

  • Villa E1027 Eileen GrayUna villa modernista progettata e costruita dal 1926 al 1929 dall’architetta irlandese e designer di mobili Eileen Gray, insieme al suo compagno Jean Badovici; a forma di L e tetto piatto con finestre dal pavimento al soffitto e una scala a chiocciola per la camera degli ospiti; Gray e Badovici si separarono poco dopo il completamento della casa e Gray iniziò a lavorare su una nuova casa, Tempe à Pailla, nella vicina Mentone nel 1931 – E-1027 Sentier Massolin – 06190 – Roquebrune-Cap-Martin / +33 (0)648729053 – web.

 

SAINT-JEAN-CAP-FERRAT

  • Villa Ephrussi de RothschildNota anche come villa Île-de-France, si trova sul mare della Costa Azzurra e fu progettata dall’architetto francese Aaron Messiah e costruita tra il 1905 ed il 1912 dalla baronessa Béatrice de Rothschild (1864–1934) – 1, avenue Ephrussi de Rothschild – 06230 – Saint-Jean-Cap-Ferrat / +33 (0)493013309 – web.

 

SAINT-PAUL-DE-VENCE

  • Fondation MaeghtSi tratta dalla prima fondazione d’arte indipendente in Francia, risalente al 1964, dove hanno trovato ispirazione artisti del calibro di Joan Miró, Marc Chagall, Alberto Giacometti, Georges Braque, Alexander Calder e Fernand Léger – 623, chemin des Gardettes – 06570 – Saint-Paul-de-Vence / +33 (0)493328163 – web.
  • Fondation CAB – Fondata nel 2012 dal collezionista belga Hubert Bonnet, la Fondazione è uno spazio non-lucrativo volta alla promozione dell’arte minimale e concettuale belga e internazionale – 343, chemin des Gardettes – 06570 – Saint-Paul-de-Vence / +33 (0)682125644 – web.
  • Chapelle FolonE’ una cappella progettata e realizzata da Jean-Michel Folon; l’arredo della Cappella dei Penitenti Bianchi è l’ultima realizzazione di Folon, scomparso nel 2005, nonché l’ultima cappella d’artista del Mediterraneo – Place de l’église – 06570 – Saint-Paul de Vence / +33 (0)493324113 – web.

 

SAINT-RAPHAEL

  • Musée Louis de FunèsSul più celebre e il più amato attore comico francese – Rue Jules Barbier – 83700 – Saint-Raphaël / +33 (0)498112580 – web.

 

TENDE

  • Musée Départemental des MerveillesE’ un museo archeologico sull’età della pietra nel Parco Nazionale del Mercantour; aperto nel 1996, ha una grande collezione di incisioni rupestri reali e riprodotti dai dintorni della vicina montagna Bégo – Avenue du 16 Septembre 1947 – 06430 – Tende / +33 (0)493043250 – web.
  • Musée du Vallo AlpinoInaugurato nel 2016, questo museo riprende in maniera ordinata e ben esposta le condizioni, gli armamenti e gli oggetti che componevano la vita quotidiana dei soldati italiani che occupavano queste strutture di sorveglianza sparse sulle montagne; la gestione è dell’associazione ASVAL (Associazione per lo studio del Vallo Alpino) – rd 6024 Hameau de Vievola – 06430 – Tende / +33 (0)616766579 – web.
  • Maison du Miel et de l’abeilleLa Casa del Miele e delle Api è aperta nei mesi di luglio e agosto, racconta l’apicoltura in tutte le sue forme: api, fiori di montagna, raccolta e produzione, cucina e prodotti derivati – Place Lieutenant Kalck – 06430 – Tende / web.
  • Musées d’art populaire, Collection GibelliAperto durante la stagione estiva, questo museo permette di risalire il tempo e scoprire un’atmosfera di tradizioni legate alla civiltà contadina di montagna – 32, rue Cotta – 06430 – Tende / +33 (0)493046905 – +33 (0)671701465 – web.

 

TOURRETTE-LEVENS

  • Château-Musée des Papillons et d’Histoire Naturelle – Ospita una collezione di 5.300 specie di farfalle e insetti provenienti da tutto il mondo, consentendo di mettere in luce la biodiversità; inoltre si possono anche scoprire diorami che presentano una collezione di oltre 300 animali imbalsamati – 277, montée du Château – Tourrette-Levens / +33 (0)493910320 – web.
  • Musée de la PréhistoireSi occupa dell’origine e dell’evoluzione dell’uomo, partendo dal ricco patrimonio preistorico scoperto nelle grotte di Tourrette-Levens: la Baume Périgaud e la grotta Merle – Maison des Remparts – 171, montée du Château – F-06690 – Tourrette-Levens / +33 (0)497205460 – web.
  • Musée des métiers traditionnels André CarlèsSituato nel cuore storico del villaggio, questo museo privato presenta un’eccezionale collezione di strumenti tradizionali e oggetti della vita quotidiana – Maison des Remparts – 171, montée du Château – Tourrette-Levens / +33 (0)497205460 – web.

 

VALLAURIS

  • Musée Picasso – La guerre et la paixDedicato a Pablo Picasso, con una collezione di ceramiche e grandi murales in una cappella – Place de la Libération – 06220 – Vallauris / +33 (0)493647183 – web.
  • Musée Magnelli, Musée de la CéramiqueIl castello di Vallauris ospita delle collezioni dedicate alla ceramica e al pittore fiorentino Alberto Magnelli (1888 – 1971), pioniere dell’arte astratta, che durante la seconda guerra mondiale si rifugiò a Grasse, dove visse dal 1940 al 1970 – Place de la Libération – 06220 – Vallauris / web.

 

VILLEFRANCHE-SUR-MER

  • Musées de la CitadelleUn complesso museale nel cuore di una cittadella del XVI secolo; restaurata nel 1979, dal 1981 è un centro culturale – Citadelle de Villefranche sur Mer – 06230 – Villefranche-sur-Mer / +33 (0)493763327 – web.

 

VILLENEUVE-LOUBET

  • Musée Escoffier de l’Art CulinaireLa casa natia di Auguste Escoffier, un’autentica casa provenzale del XVIII secolo, ospita il Museo dell’Arte Culinaria creato nel 1966 per iniziativa di Joseph Donon, uno dei suoi fedeli discepoli – 3, rue Auguste Escoffier – 06270 – Villeneuve-Loubet / +33 (0)493208051 – web.

 

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli