La Promenade du Paillon – Côte à côte

Di Antonella Fava
12 Ago 2022
Promenade du Paillon

La Promenade du Paillon, il parco che oggi sorge in pieno centro Nizza e che è diventato uno dei luoghi di incontro più amati da turisti e nizzardi, è stato inaugurato il 26 ottobre 2013, dopo più di due anni di lavori. Un progetto grandioso per realizzare il quale sono stati rasi al suolo un parcheggio a più piani e la stazione delle autocorriere, che occupavano un’ampia zona di quello che un tempo era il letto del torrente Paillon.
L’interramento del corso di questo fiume in più fasi dal 1868 al 1972 ha permesso la creazione dell’ormai abbattuto Casinò Municipale, della Place Masséna e del Jardin Albert Ier.

Ascolta il podcast!

promenade du Paillon

La Coulée Verte

Con questa grande opera di rinnovamento dell’architettura urbana sul tratto tra il MAMAC e il mare si sono ricostruiti gli antichi quai su cui si affacciavano i due fronti di facciate di palazzi. Ciò ha restituito l’apertura prospettica di un tempo e un’ideale via di fuga verso il mare. Al posto del corso d’acqua c’è però ora una lunga Coulée Verte, un parco cittadino allestito con giochi per bambini, un prato calpestabile e alberi provenienti da tutti i continenti. 

Fiori esotici…

Grazie alla magia del clima mediterraneo la Promenade du Paillon invita a un viaggio botanico senza fuso orario, con la promessa di alberi in fiore in ogni stagione. Attraverso questa passeggiata possiamo incontrare la vita vegetale del Mediterraneo, dell’Asia, dell’Africa, dell’Oceania e dell’Australia, del Sud e del Nord America.

…e nizzardi

Se la Promenade du Paillon è cosmopolita con le sue piante provenienti da tutti i continenti, essa rende anche omaggio al garofano, uno dei simboli di Nizza. Vicino al Lycée Masséna un rettangolo di oltre 2.000 piante di garofano ricorda l’epoca in cui questo fiore veniva esportato ovunque del mondo.
Questo periodo d’oro raggiunse il suo apice negli anni ’50 e ’60 per poi declinare all’inizio degli anni ’70 a causa di diversi fattori. Tra questi la comparsa di un fungo devastante, la pressione del settore immobiliare e la crescente concorrenza dei Paesi Bassi. Oggi solo pochi coltivatori conservano questa tradizione, ma grazie a questo lembo di terra sulla Promenade du Paillon il garofano continuerà a fiorire nella sua terra d’origine.

Promenade du Paillon

I giochi della Promenade du Paillon

Nel parco trovano spazio molte strutture dedicate al gioco dei più piccini. Una balena a grandezza naturale, delfini, polpi, un’enorme tartaruga. Questi animali marini hanno preso dimora nel cuore del nuovo parco, di fronte al Lycée Masséna. Create in un laboratorio della regione delle Cévennes specializzato nella realizzazione di parchi giochi con materiali naturali, queste strutture sono realizzate in legno massiccio. Resistente e morbido al tatto esso fa sì che questi giocattoli giganti siano in armonia con la vegetazione circostante.
Una tartaruga, uno scivolo e un’onda che funge da sedia, due delfini con scivoli e reti. Una manta con giochi a molla, una cernia che i bambini possono muovere camminandoci sopra. Per i più grandi la balena, lunga 30 metri, è dotata di molteplici giochi, corde, attrezzi, sbarre, reti, anelli.

miroir d'eau promenade du paillon

Il Miroir d’eau

Il parco di 65.000 m² con olivi, magnolie, palme, arbusti e aiole fiorite, ma anche gazebi con sedie e panchine, è arricchito dallo splendido Miroir d’eau, uno specchio d’acqua di 3000 m² su cui prendono vita 128 getti che creano giochi acquatici, illuminati la sera. Sbuffi di vapore profumato esplodono qua e là lungo il parco per culminare al Jardin Albert 1er nei pressi del monumento alla Côte d’Azur, l’Arc Monumental di Venet.

La Promenade du Paillon ha vinto il Grand Prix du Jury des Victoires du Paysage 2014.

 

(Foto di Antonella Fava©)

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli