Il Museo Picasso a Antibes – Côte à côte

Di Antonella Fava
23 Set 2022
Museo Picasso Antibes

Il Museo Picasso di Antibes sorge all’interno del Castello Grimaldi che si erge sulle antiche mura della vieille ville di Antibes. Fondato sull’antica acropoli della città greca di Antipolis. Castrum romano prima e residenza vescovile nel Medioevo, il castello è abitato a partire dal 1385 dalla famiglia monegasca che gli dà il nome.

Ascolta il podcast!

 

Museo Picasso Antibes

Da castello a museo

Nel 1923, Romuald Dor de la Souchère iniziò le sue ricerche archeologiche ad Antibes e nel 1924 creò la Société des Amis du Musée d’Antibes, il cui scopo era fondare un museo storico e archeologico e lavorare per far conoscere il passato della regione. Nel 1925 il castello fu acquistato dalla città di Antibes e divenne inizialmente Musée Grimaldi.

La joie de vivre Picasso

La residenza Picasso

Nell’estate del 1946, Pablo Picasso, che viveva a Golfe-Juan con Françoise Gilot, fu sedotto dalla proposta del curatore del museo di utilizzare una parte del castello come studio. Picasso vi lavorò da metà settembre a metà novembre 1946 e vi realizzò numerose opere, disegni e dipinti.  Quando l’artista decise di tornare a Parigi, lasciò nel castello 23 dipinti e 44 disegni. Tra quelli più famosi troviamo La Joie de vivre, Satyre, Faune et centaure au trident, Le Gobeur d’oursins, La Femme aux oursins, Nature morte à la chouette et aux trois oursins e La Chèvre.

Les Clés d’Antibes

Su una parete realizzò il dipinto Les Clés d’Antibes. Il 7 settembre 1948, Picasso arricchì questa collezione donando 78 ceramiche realizzate nel laboratorio Madoura di Vallauris. In seguito varie donazioni e acquisti dal 1952 a oggi e i lasciti di Jacqueline Picasso nel 1991 hanno arricchito in modo significativo la collezione Picasso del museo.

Il Museo Picasso

Il 27 dicembre 1966 lo Château Grimaldi è diventato ufficialmente Museo Picasso. Tra il 2006 e il 2008 l’edificio è stato sottoposto a un’importante campagna di ristrutturazione.
Nel museo sono presenti opere di numerosi altri artisti. Tra questi spiccano quelle di Nicolas de Staël, che testimoniano il soggiorno del pittore ad Antibes dal settembre 1954 al marzo 1955. Una prima donazione è stata fatta dalla vedova al Museo Picasso dopo la mostra dedicata all’artista nel 1955 e dal 1982 in poi la città ha acquisito importanti opere del suo ultimo periodo.

Hans Hartung Antibes

La collezione permanente

Nel 2001, una donazione della Fondazione Hans Hartung e Anna-Eva Bergman ha permesso l’apertura di due sale al piano terra del museo. Una mostra permanente offre un viaggio attraverso il lavoro di ciascuno di questi artisti nel corso di diversi decenni.
Inoltre, vi è una ricchissima collezione di arte moderna costituita da donazioni eccezionali di artisti che hanno esposto al museo e da acquisizioni che rappresentano le principali tendenze dell’arte del XX secolo e dei primi anni del XXI secolo tra cui Balthus, Ben, Calder, César, Dezeuze, Ernst, Klein, Modigliani, Picabia, Spoerri e Viallat.
La terrazza del castello ospita una straordinaria esposizione permanente di sculture di Germaine Richier, Joan Miró, Bernard Pagès, Anne e Patrick Poirier.

Consultate il sito del museo per organizzare la vostra visita.

 

 

(Foto di Antonella Fava©)

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli