Mougins – Côte à côte

Di Antonella Fava
18 Gen 2023
Mougins

Mougins è uno dei tipici villaggi medievali arroccati sulle colline così caratteristici della Provenza e si trova a pochi chilometri nell’entroterra di Cannes in direzione di Grasse.
Il villaggio ha un centro storico molto piacevole da esplorare, con stretti vicoli acciottolati, che seguono traiettorie circolari disegnando una sorta di spirale attorno al suo centro.

Ascolta il podcast!

Mougins

Arte e gastronomia

La cittadina è famosa per gli atelier e le gallerie d’arte, ma anche per i suoi ristoranti di alta qualità. Nel villaggio di Mougins ce ne sono infatti di molto rinomati dove si possono gustare gli autentici piatti della zona, anche con opzioni vegane. Al di fuori del centro storico ci sono strade più ampie con vista sulla campagna circostante e sul Mediterraneo.

Mougins

I monumenti

I principali monumenti storici di Mougins sono le piccole cappelle, come la Cappella Notre-Dame-de-Vie, costruita nel XVI secolo sul sito di un antico tempio, e la Cappella Saint Barthélemy, una piccola cappella del X secolo, insolita perché ottagonale.
La chiesa di San Giacomo Maggiore è un’antica chiesa risalente al X secolo ampliato nel XIX. All’interno si possono ammirare un crocifisso del XV secolo in legno dorato e policromo e le statue di San Giuseppe e di Santa Maria. Il suo campanile, che si erge a 300 metri di altezza, è accessibile a tutti i visitatori che desiderano godere di una vista sorprendente sul villaggio di Mougins e sui suoi dintorni. 

Mougins

Musée d’Art Classique di Mougins

Piccolo scrigno di bellezza, Il Musée d’Art Classique di Mougins è ospitato in una grande residenza di 400 m² e contiene oltre 700 opere d’arte di diverse epoche. Sono esposte creazioni artistiche dell’epoca classica, con esemplari della civiltà egizia, romana e greca. Ad essi si uniscono anche dipinti e sculture dell’epoca moderna e contemporanea di artisti come Picasso, Matisse, Rodin e Damien Hirst.

Picasso e Mougins

Parte del motivo per cui a Mougins l’arte è di casa si deve al fatto che Picasso ha trascorso gli ultimi anni della sua vita (dal 1961 al 1973) proprio di fronte al Vieux Village di Mougins, accanto alla Cappella Notre-Dame-de-Vie. Questa si trova in un ambiente molto suggestivo, circondata dai cipressi caratteristici della Provenza.
Il Mas Notre-Dame-de-Vie è chiamato anche antro del Minotauro, in onore a uno dei simboli più amati dall’artista. La calma e la serenità del luogo ispirarono fortemente Picasso che in questo periodo fu molto produttivo, non solo nella pittura, ma anche nella scultura, nella ceramica e nella fotografia. 

Mougins

Centre de la Photographie

Nato dal Museo della Fotografia che raccoglieva tra il resto un’importante collezione di foto di Picasso scattate da André Villers, il nuovo Centro della Fotografia intende sostenere la creazione e la sperimentazione di artisti, francesi o stranieri, emergenti o affermati, attraverso l’esposizione, la pubblicazione e la residenza d’artista.

Lo stagno di Fontmerle

Mougins è circondata dal verde e sono molte le passeggiate che vi si possono fare. Una su tutte, quella allo stagno di Fontmerle, uno specchio d’acqua che si estende per diversi ettari al limitare del parco dipartimentale della Valmasque. Tra canneti, giunchi e iris, lo stagno ospita la più importante colonia di fiori di loto d’Europa. Essi possono raggiungere i 25 cm di diametro e le foglie arrivano fino a un metro! Ogni anno, tra giugno e metà settembre, lo spettacolo della loro fioritura attira migliaia di visitatori. Inoltre, a seconda del periodo, si contano qui fino a 70 specie di uccelli. Alcune vi nidificano tutto l’anno, come i germani reali, le folaghe, gli svassi, le gallinelle d’acqua. Altre specie arrivano con la primavera, come le garzette e gli aironi.

Gli eventi 

Nell’antico borgo si svolgono anche numerosi eventi di intrattenimento durante tutto l’anno. Tra questi il festival Eden, basato sull’ecologia e il riciclaggio, che si tiene a maggio. A giugno si tiene poi il mercato italiano, che ha lo scopo di presentare la gastronomia del nostro paese. Il festival internazionale della gastronomia, sempre a giugno, prevede esibizioni culinarie di chef di fama mondiale. Ci sono poi la festa patronale, detta di Saint Barthélemy, che si celebra ad agosto e il festival degli organi di Mougins, a ottobre.

 

 

(Foto di Antonella Fava©)

Pubblicità

advertisement

Archivio articoli